Listeria, allerta in Italia: etichette e regole in cucina, il vademecum del Ministero per la sicurezza alimentare

Dalla conservazione dei prodotti alla cottura degli alimenti: le norme da seguire per "sconfiggere" il batterio

Listeria, allerta in Italia: etichette e regole in cucina, il vademecum del Ministero per la sicurezza alimentare
Listeria, allerta in Italia: etichette e regole in cucina, il vademecum del Ministero per la sicurezza alimentare
3 Minuti di Lettura
Giovedì 6 Ottobre 2022, 20:17 - Ultimo aggiornamento: 20:20

Allerta listeria in Italia. Dopo i wurstel, dal mercato nazionale sono stati ritarati anche lotti di tramezzini al salmone. E a seguito delle ultime allerte alimentari per i casi legati al ceppo St 155, il Ministero della salute, Direzione generale della sicurezza degli alimenti e la nutrizione, pubblica un vademecum per la sicurezza alimentare. Dall'etichetta del prodotto consumato agli accorgimenti da tenere in cucina. Ecco tutti i consigli.

Listeria, non solo wurstel: dai formaggi molli al salmone affumicato, tutti i prodotti a rischio contaminazione

Listeria, l'avviso del Ministero

Sul proprio sito (clicca qui) il dicastero ha reso noto i comportamenti da adottare. A partire dall'etichettatura dei prodotti che finiscono sulle tavole degli italiani. È fondamentale prestare la massima attenzione alle corrette modalità di conservazione, preparazione e consumo degli alimenti, secondo quanto indicato nell'etichetta presente sulla confezione, spiega il ministero.

L'ETICHETTATURA

L’etichettatura è la modalità attraverso cui gli operatori di settore, responsabili secondo le norme previste dall’Unione Europea delle informazioni in essa contenute, entrano in contatto diretto con i consumatori fornendo loro tutte le notizie necessarie per un utilizzo sicuro di prodotti e alimenti. Le norme hanno consentito nel tempo di arrivare a una etichettatura contenente sempre informazioni chiare e corrette, in modo da non indurre il consumatore in errore sulle caratteristiche, le proprietà o gli effetti dei prodotti acquistati.

L’etichetta rappresenta dunque un elemento prezioso. È necessario leggere sempre in modo scrupoloso tutte le indicazioni riportate per il consumo di qualsiasi tipo di alimento confezionato.

COME COMPORTARSI IN CUCINA

Ed ecco quindi una serie di consigli pratici per mangiare in sicurezza.

1) Lavarsi spesso le mani durante la preparazione dei cibi e la manipolazione degli alimenti
in cucina, pulire frequentemente tutte le superfici e i materiali che vengono in contatto con gli alimenti, come utensili, piccoli elettrodomestici, frigoriferi, strofinacci e spugnette; utilizzando strofinacci diversi per asciugare mani e stoviglie,utilizzare spugnette diverse per pulire i piani di lavoro e per lavare le stoviglie.

2) E' fondamentale cuocere bene gli alimenti seguendo le indicazioni del produttore riportate in etichetta, in particolare per la carne insaccata è bene non preparare con troppo anticipo gli alimenti da consumare cotti e in ogni caso conservarli in frigo e riscaldarli ad alta temperatura prima del consumo non lasciare i cibi deperibili a temperatura ambiente e rispettare la temperatura di conservazione riportata in etichetta.

3) I cibi crudi e quelli cotti o pronti per il consumo non devono mai entrare in contatto è importante conservare in frigorifero gli alimenti crudi, cotti e pronti al consumo, in modo separato e all'interno di contenitori chiusi.

4) E' indispensabile attenersi alle norme di preparazione dell’alimento riportate sulla confezione, che normalmente comportano la cottura prima del consumo non lasciare i cibi deperibili a temperatura ambiente e rispettare la temperatura di conservazione riportata in etichetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA