Bollettino Covid di oggi 11 gennaio: 220.532 nuovi casi e 294 morti. Tasso di positività al 16,0%

Sono 1.375.514 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore

Covid, il bollettino: 220.532 nuovi casi e 294 morti. Tasso di positività è al 16,0%.
Covid, il bollettino: 220.532 nuovi casi e 294 morti. Tasso di positività è al 16,0%.
10 Minuti di Lettura
Martedì 11 Gennaio 2022, 11:27 - Ultimo aggiornamento: 21:42

Covid, il bollettino nazionale di oggi martedì 11 gennaio. Nuovo record di positivi al coronavirus con 220.532 contagi in 24 ore. Le vittime sono 294, si tratta del numero più alto della quarta ondata. È quanto emerge dai dati del ministero della Salute sulla situazione del contagio. Sono 1.375.514 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 612.821. Il tasso di positività è al 16%, stabile rispetto al 16,6% di ieri. Sono 1.677 i pazienti in terapia intensiva, 71 in più in 24 ore nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 185. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 17.067, ovvero 727 in più di ieri.

Lombardia

Con 265.222 tamponi effettuati è di 45.555 il numero di nuovi casi di Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività al 17,1%. In crescita il numero di ricoverati in terapia intensiva (+10, 256) e nei reparti (+203, 3.202). Sono 55 i decessi, che portano il totale a 35.519 da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, sono 13.022 i positivi segnalati a Milano (di cui 5.212 a Milano città), 4.111 a Bergamo, 6.408 a Brescia, 3.279 a Como, 1.611 a Cremona, 1.443 a Lecco, 1.126 a Lodi, 1.876 a Mantova, 3.831 a Monza e Brianza, 2.525 a Pavia, 782 a Sondrio e 4.187 a Varese. 

Campania

Sono 30.042 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 125.665 test (di cui 48.278 molecolari e il resto antigenici) esaminati ieri. Ne deriva un tasso di positività del 23,9%, stabile rispetto al 23,87 del giorno precedente. Le nuove vittime censite nel bollettino dell'Unità di crisi sono 20, di cui 14 nelle ultime 48 ore. I posti letto occupati in terapia intensiva aumentano del 10 per cento in 24 ore, a quota 85 (+8), quelli di degenza sono 1.091 (+6), oltre un terzo dei 3.160 disponibili al momento per il covid in tutta la regione considerando anche l'offerta privata.

Lazio

Nel Lazio su 25.509 tamponi molecolari e 90.441 antigenici per un totale di 115.950 test, si registrano oggi 12.788 nuovi casi positivi al Covid-19 (più 3.348 rispetto a ieri), con 5.336 contagi a Roma. Inoltre, si registrano 43 decessi (più 24 rispetto a ieri) e 3.153 guariti. Per quanto riguarda l'occupazione dei posti letto negli ospedali, i ricoverati sono 1.583 (più 65 rispetto a ieri), mentre le terapie intensive sono 196 (meno 1 rispetto a ieri). È quanto emerge dal report delle Aziende sanitarie locali del Lazio reso noto al termine della task force regionale dei direttori generali delle Asl, Aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale pediatrico Bambino Gesù, che si tiene in videoconferenza con l'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. «Il rapporto tra positivi e tamponi è al 11 per cento. Mentre il dato dei decessi odierno è alto perchè comprende recuperi di notifiche», spiega l'assessore D'Amato.

Piemonte 

In Piemonte sono 18.607 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid (di cui 16.717 dopo test antigenico), pari al 18,3% di 101.414 tamponi processati (86.784 antigenici). Il 72,9% sono asintomatici. In terapia intensiva 8 ricoverati in più (totale a 148), negli altri reparti + 66 (dato complessivo 1.911). Tredici i decessi, di cui 1 relativo a oggi; balzo avanti dei guariti, +12.330. Le persone in isolamento domiciliare sono 148.626. Dall'inizio della pandemia in Piemonte - secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione - il totale dei casi positivi diventa 628.232, i decessi 12.191, i casi di guarigione 465.356.

Abruzzo

Sono 4.996, di età compresa tra 1 mese e 99 anni, i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 147912. Dei positivi, 3.778 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra due nuovi casi (si tratta di un 77enne della provincia di Chieti e di una 88enne della provincia dell'Aquila) e sale a 2673. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 90.857 dimessi-guariti (+1029 rispetto a ieri). Lo comunica l'assessorato regionale alla Sanità dell'Abruzzo. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi-guariti e dei deceduti) sono 54.382 (+3965 rispetto a ieri). Nel totale sono ricompresi anche 41744 casi riguardanti pazienti persi al follow up dall'inizio dell'emergenza, sui quali sono in corso verifiche), 338 pazienti (+24 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 32 (+7 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 54.012 (+3934 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Fvg su 9.026 tamponi molecolari sono stati rilevati 916 nuovi contagi (10,15%). Sono 25.739 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 3.271 casi (12,71%). Le persone ricoverate in terapia intensiva calano a 37, i pazienti in altri reparti sono 353. Lo comunica il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Riguardo alla diffusione del virus tra la popolazione, la fascia d'età più colpita è 50-59 anni (20,13%). Oggi si registrano 9 decessi: un uomo di 92 anni di Pordenone (deceduto a casa ), una donna di 84 di Visco(ospedale), una di 82 di Prata di Pordenone (ospedale), una di 82 di Cervignano del Friuli (Rsa), un uomo di 81 anni di Arta Terme (ospedale), uno di 75 di Trieste (ospedale), una donna di 74 di Azzano Decimo (ospedale), un uomo di 72 di Trieste (ospedale) e una donna di 66 di Trieste (ospedale).

I decessi complessivamente sono 4.295, di cui 1.041 a Trieste, 2.100 a Udine, 797 a Pordenone e 357 a Gorizia. I totalmente guariti sono 144.611, i clinicamente guariti 570, le persone in isolamento sono 37.470. Dall'inizio della pandemia in Fvg sono risultate positive 187.336 persone di cui 44.195 a Trieste, 77.854 a Udine, 40.944 a Pordenone, 21.500 a Gorizia e 2.843 da fuori regione. Il totale dei positivi è stato ridotto di sei unità a seguito altrettante revisioni dei casi. Per il Sistema sanitario regionale, sono state rilevate le seguenti positività: 37 nell'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina; 50 nell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale; 13 nell'Azienda sanitaria Friuli Occidentale; 2 nell'Azienda regionale di coordinamento per la Salute; 3 nell'Irccs materno-infantile Burlo Garofolo; 5 nel Cro di Aviano. Relativamente alle residenze per anziani si registra il contagio di 40 ospiti e di 33 operatori.

Sardegna

Frenata del Covid in Sardegna. Nelle ultime 24 ore i contagi si sono dimezzati, passando da 1.792 a 983 (-809) nuovi positivi sulla base di 4.518 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 24.315 tamponi con un tasso di positività che crolla al 4 per cento contro il 17 dell'ultimo rilevamento. Si registrano altri 4 decessi: un uomo di 72 anni e uno di 84 residenti nella provincia del Sud Sardegna, un 85enne e un 87enne entrambi della Città Metropolitana di Cagliari. Cresce la pressione sugli ospedali: ben 25 i posti letto in più occupati da pazienti Covid in area medica, in tutto 216; sale invece di uno il numero dei ricoverati nei reparti di terapia intensiva, per un totale di 28. Una situazione fotografata anche dagli ultimi dati di Agenas, dove la Sardegna cresce di un punto percentuale sia nel tasso di occupazione nei reparti (12%, sotto la soglia del 15) sia in terapia intensiva (13%, tre punti sopra la soglia). Sono infine 16.778 (+312) le persone in isolamento domiciliare.

Liguria

Record di nuovi positivi al covid in un giorno in Liguria: sono 9267 su 46996 tamponi, altro record (14793 molecolari e 32203 test rapidi). Da ieri e con retroattività di 21 giorni in Liguria il test rapido fatto nei centri preposti ha validità per conclamare la positività al covid e la guarigione. Il tasso di positività è del 19,71%. Attualmente i positivi sono 44219, 3179 più di ieri. I guariti sono 6079. Calano gli ospedalizzati: sono 729, 11 meno di ieri, e 43 sono in terapia intensiva, come ieri (36 non sono vaccinati). Nove i morti dall'8 a ieri: avevano un'età compresa tra i 73 e i 98 anni Cinque decessi sono avvenuti negli ospedali genovesi, tre tra Sanremo e Imperia, uno a Sarzana. Sono 3800 i nuovi positivi nell'area di Genova, 2047 nell'Imperiese, 1400 nel Savonese, 1194 nello Spezzino, 773 nel Tigullio e 53 non sono residenti in Liguria. Sono 30484 le persone a casa tra malattia e quarantena. In isolamento domiciliare ci sono 18474 persone, 2651 in più rispetto a ieri, e in sorveglianza attiva ce ne sono 12010. Nelle ultime 24 ore sono state fatte 18316 vaccinazioni: 2297 prime dosi, 1589 seconde dosi, 14430 dosi booster.

Valle d'Aosta 

Nessun nuovo decesso e 671 nuovi positivi al Covid 19 in Valle d'Aosta che portano il totale delle persone colpite dal virus da inizio epidemia a 21.265. I positivi attuali sono 5.168, di cui 5.109 in isolamento domiciliare, 53 ricoverati in ospedale, 6 in terapia intensiva. I guariti totali sono 15.606, +652 rispetto a ieri, i casi fino ad oggi testati sono 117.772, il totale dei tamponi finora effettuati 386.909. I decessi di persone risultate positive al Covid da inizio epidemia ad oggi sono 491.

Calabria

Secondo il bollettino sull'emergenza Covid-19 diffusi dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria, sono 2.189 i nuovi contagi registrati (su 14.004 tamponi effettuati), +1.079 guariti e 2 morti (per un totale di 1.678 decessi). Il bollettino, inoltre, registra +1.108 attualmente positivi, +28 ricoveri (per un totale di 410) e, infine, +4 terapie intensive (per un totale di 38).

Basilicata 

In Basilicata sono 868 i nuovi casi di Sars Cov-2 (841 riguardano residenti), su un totale di 2.781 tamponi molecolari, e non si registrano decessi per Covid-19. Sono i dati del bollettino regionale della task force coronavirus riferito alle ultime 24 ore. I lucani guariti o negativizzati sono 246. I ricoverati per Covid-19 sono 78 (+4) di cui 2 in terapia intensiva: 41 (di cui 2 in TI) nell'ospedale di Potenza; 37 in quello di Matera. Nel complesso gli attuali positivi residenti in Basilicata sono 11.085. Per la vaccinazione, ieri sono state effettuate 5.678 somministrazioni. Finora 450.848 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (81,5 per cento della popolazione che ammonta a 553.254 residenti), 416.218 hanno ricevuto la seconda (75,2 per cento) e 204.259 sono le terze dosi (36,9 per cento), per un totale di 1.071.325 somministrazioni effettuate.

Emilia-Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 711.706 casi di positività, 14.000 in più rispetto a ieri, su un totale di 78.623 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, si registrano 35 decessi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 17,8%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell'Emilia-Romagna sono 152 (+1 rispetto a ieri); l'età media è di 61,9 anni. Sul totale, 112 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,3 anni), il 73,7%, mentre 40 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,1 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.166 (+123 rispetto a ieri, +6%), età media 68,4 anni. Rispetto ai 14.194 nuovi casi registrati ieri, i contagi oggi registrano un -1,4%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano del 6%, quelli delle terapie intensive dello 0,7%. Nei dati comunicati oggi al ministero della Salute, ai 14milanuovi casi odierni sono stati sommati altri 3.045 casi di positività in provincia di Modena e 3.550 casi di positività in provincia di Piacenza riferiti ai giorni scorsi, recuperati perché non ancora registrati. 

Umbria 

Sette morti legati al Covid vengono segnalati in Umbria nell'ultimo giorno nel quale scendono i ricoverati positivi al virus nei reparti ordinari, 212, quattro in meno, mentre salgono a 14 da 11 i posti occupati nelle terapie intensive. Emerge dai dati sul portale della Regione. Sono stati accertati 3.090 nuovi positivi e 2.315 guariti, con gli attualmente positivi ora 34.623, 768 in più. I tamponi processati sono stati 5.779 e i test antigenici 24.727, con un tasso di positività del 10,1 per cento (era 8,2 lunedì). 

Marche

Salgono a 310 i ricoverati per covid negli ospedali delle Marche, 6 più di ieri. Invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva, 57, e semi intensiva, 55, crescono solo quelli in reparti non intensivi, che arrivano a 198, +6 appunto. Al netto di 17 dimessi, l'occupazione delle terapie intensive resta invariata a 22,6% e quella in area medica ((253 totali,+6) è al 25,2%. Otto i decessi registrati nel bollettino della Regione Marche: tra loro un 17enne affetto da altre patologie, di Montecassiano, morto all'ospedale di Ancona. Anche le altre vittime avevano a che fare con altre malattie: si tratta di 4 donne e 3 uomini dai 73 ai 91 anni, che fanno salire il totale dall'inizio della pandemia a 3.299. Sono 61 le persone in osservazione nei pronto soccorso e 158 gli ospiti di strutture territoriali a Campofilone, Galantara, Macerata Feltria, Ripatransone. I positivi alla data di oggi sono 10.779 (-109), di cui 10.469 in isolamento domiciliare. Le persone in quarantena sono 28.872, di cui 7.478 con sintomi. I dimessi/guariti sono invece 148.955.

© RIPRODUZIONE RISERVATA