Astrazeneca, Rasi: «Non ci possiamo fermare: i benefici superano i rischi»

Mercoledì 7 Aprile 2021 di Graziella Melina

«La campagna vaccinale con AstraZeneca può continuare, magari con un aggiustamento strategico per ottimizzarne l'uso». Mentre gli scienziati provano a sbrogliare la matassa dei casi di trombosi segnalati dopo la somministrazione del farmaco, secondo Guido Rasi, ordinario di microbiologia dell'Università di Tor Vergata di Roma ed ex direttore esecutivo dell'Ema (l'agenzia europea per i medicinali), resta un dato di fatto incontrovertibile: «Si...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA