Roma, entra in un bar e minaccia il titolare con la pistola: «Dammi il Rolex». Bandito scappa a mani vuote

Roma, entra in un bar e minaccia il titolare con la pistola: «Dammi il Rolex». Bandito scappa a mani vuote
Roma, entra in un bar e minaccia il titolare con la pistola: «Dammi il Rolex». Bandito scappa a mani vuote
di Emiliano Bernardini
4 Minuti di Lettura
Sabato 17 Settembre 2022, 07:13 - Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 12:10

Prima gli ha puntato la pistola in faccia, poi gli ha urlato: «Questa è una rapina, dammi l'orologio». Attimi di terrore ieri mattina in zona Pisana per una tentata rapina a mano armata avvenuta in strada di giorno. Erano da poco passate le 7.45 quando il proprietario del Bar Pacetti in via Pisana, 236, come ogni mattina stava alzando la serranda del locale, quando un uomo con il volto coperto dal casco lo ha aggredito per portargli via il Rolex che indossava al polso. «Voglio l'orologio» gli ha urlato. Un colpo che sembrava facile per il rapinatore che evidentemente aveva studiato i movimenti del 49 enne. L'apertura del bar sempre alla stessa ora e i movimenti degli avventori. Tutti studiato nei minimi dettagli.

Non a caso il bandito è arrivato all'orario dell'apertura quando in zona non c'era praticamente nessuno, in sella ad uno scooter. Il malvivente però non aveva fatto i conti con il proprietario del bar. Infatti dopo che il rapinatore gli ha intimato di consegnargli l'orologio che indossava il barista, invece di consegnarglielo, ha reagito. Ne è nata quindi una colluttazione tra i due: il bandito, per cercare di vincere le resistenze della vittima lo ha colpito violentemente con il calcio della pistola provocandogli una copiosa fuoriuscita di sangue, lasciandolo stordito a terra.

IMMAGINI E TESTIMONI
Ma a quel punto tutti gli avventori si erano riversati davanti e all'esterno dell'ingresso del bar, con il malvivente che non è riuscito a completare il colpo, fuggendo a tutto gas per le strade del quartiere facendo perdere le sue tracce. Soccorso dal personale Ares del 118, alla presenza anche degli agenti di polizia, il barista è stato ricoverato in codice giallo per le ferite riportate. La notizia di quanto accaduto si è sparsa anche nei gruppi social di quartiere con alcuni cittadini che hanno chiesto cosa fosse accaduto vista la presenza delle Volanti. Sul posto infatti, poco dopo la tentata rapina, è intervenuta la Polizia di Stato che in questo momento sta conducendo le indagini. Le ricerche per individuare il rapinatore, sulla base anche delle testimonianze raccolte sul posto. Gli agenti hanno già acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per capire se il motorino sul quale viaggiava fosse rubato e risalire ad altri importanti dettagli utili alla sua cattura.

COLPO SIMILE
Un episodio simile si è verificato nel weekend a Pomezia Pomezia dove un uomo ha fatto irruzione in un ristorante armato di pistola (che poi si rivelerà essere a salve) minacciando i dipendenti e intimando loro di consegnargli l'incasso. I dipendenti però, anziché arrendersi, lo hanno affrontato: ne è nata così un'accesa colluttazione nella quale però, ad avere la peggio, è stato il malvivente. Bloccato e neutralizzato, è stato quindi arrestato dai Carabinieri allertati nel frattempo e giunti in pochi minuti sul posto. L'uomo così, un cittadino inglese ma residente ad Ardea, con precedenti, è finito in arresto. Dovrà rispondere del reato di tentata rapina. Espletate le formalità di rito il 40enne è stato quindi portato in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA