Covid Roma, festa illegale in un appartamento in Centro: denunciati in sette

Sabato 13 Febbraio 2021

Un’altra festa clandestina, in violazione alle norme anti Covid, è stata scoperta dai carabinieri al centro storico. In un’abitazione in via dei Coronari dove era stata segnalata la presenza di un party privato con musica ad alto volume, i militari hanno sorpreso sette persone intente a festeggiare. La festa è stata immediatamente interrotta e i sette, di età compresa tra i 17 e i 47 anni, sono stati sanzionati amministrativamente. A dare l’allarme alcuni vicini di casa. Insomma è proprio il caso di dire che gli assembramenti non ci sono soltanto nelle strade dello shopping o nei bar e nei ristoranti dei quartieri della movida o del litorale, come solitamente avvengono nei fine settimana. Più passano i giorni e più le forze dell’ordine si rendono conto che nella Capitale cresce - sul fronte delle misure per contrastare la diffusione dei contagi - l’allarme per l’organizzazione di feste clandestine.

Roma zona gialla, controlli anti assembramenti dal Centro al Pigneto: 40 multati

Party in case private o appartamenti vacanze affittati su noti portali dove i presenti (soprattutto i ragazzi) non rispettano i distanziamenti e non usano le mascherine. L’ultimo in ordine di tempo ieri a due passi da piazza Navona. Non solo giovanissimi. In questo caso la fascia d’età passa da minorenni a ultra 40enni. Puntualmente però vengono smascherati dai schiamazzi e dalla musica a tutto volume (così come è accaduto in via dei Coronari). Diverse le segnalazioni arrivate alla sala operativa dei carabinieri. «Venite c’è una festa con tante persone e la musica è altissima. Non riusciamo a dormire». Pochi giorni fa a Prati, sempre i carabinieri hanno scoperto e denunciato 15 giovani che stavano facendo baccano in un bed & breakfast affittato per l’occasione. Ma storie simili, nel fine settimana scorso, si sono verificate in altre parti della città come Trastevere o l’Aurelio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA