Xylella, 22 milioni a quasi mille aziende per reimpiantare gli olivi

Xylella, 22 milioni a quasi mille aziende per reimpiantare gli olivi
2 Minuti di Lettura
Martedì 5 Luglio 2022, 11:52 - Ultimo aggiornamento: 11:53

Sono quasi un migliaio le aziende agricole per le quali è stata chiusa positivamente la fase istruttoria tecnico-amministrativa relativa alle domande di finanziamento nell'ambito del Piano Straordinario per la rigenerazione olivicola pugliese, cioè per il reimpianto di olivi in zona infetta da Xylella. Per la precisione sono 965, di cui 689 collettive e 276 individuali. In totale sono stati ammessi a finanziamento 21.949.901,75 euro. Lo rende noto l'Arif, l'Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali.

«Xylella, Arif lavora senza sosta»

«Gli uffici dell'Arif - fa sapere il direttore generale, Francesco Ferraro - stanno lavorando senza sosta allo smaltimento delle richieste pervenute e a breve inizierà anche l'istruttoria delle domande di pagamento in corso di presentazione da parte della aziende ammesse». Oltre alla lavorazione delle quasi mille domande di indennizzo, gli uffici stanno procedendo all'istruttoria delle 4.646 domande di indennizzo per i danni derivanti da Xylella per il 2018, alla quale seguirà l'istruttoria delle 3.848 domande relative all'annualità 2019. «Il nostro obiettivo - conclude Ferraro - è quello di erogare tutte le risorse entro la fine di quest'anno, per fornire una boccata d'ossigeno alle tante imprese agricole colpite dalla sciagura». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA