Voti delle regionali comprati e pagati tra 30 e 50 euro: quattro indagati per reati in materia elettorale

Sabato 10 Ottobre 2020

Per ogni voto espresso avevano promesso una cifra variabile tra i 30 ai 50 euro. Somme che venivano pagate agli elettori solo dopo aver documentato, con foto scattate nei seggi elettorali da esibire ad alcuni soggetti di riferimento di un negozio di Foggia, di aver sostenuto alcuni candidati alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre scorsi. 

 

A individuare il sistema di compravendita illecita di voti è stata, però, la polizia di Foggia nell'ambito della vigilanza compiuta in occasione delle elezioni regionali e del referendum. Attività di controllo svolta insieme alla polizia postale e delle comunicazioni. Quattro persone, dunque, sono indagate dalla Procura della Repubblica per reati in materia elettorale. Ma ancora al vaglio degli investigatori è la posizione di altri soggetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA