Vaccini, ecco i primi prenotati in farmacia. Prima e seconda dose entro sette giorni

Martedì 16 Novembre 2021

Non ci sono numeri esatti, ma è certo che sono state tantissime le prenotazioni per vaccinarsi nelle farmacie pugliesi. Il servizio è partito proprio ieri nelle strutture che hanno aderito all'iniziativa - oltre trecento finora in tutta la regione, ma sono sicuramente destinate ad aumentare - ed ha registrato molto successo. Le somministrazioni, invece, cominceranno la settimana prossima, considerato che, secondo i protocolli definiti, entro sette giorni dalla prenotazione la dose di vaccino deve arrivare in farmacia.

I farmacisti: «Tantissime richieste nel primo giorno di prenotazione»

«Al momento non abbiamo numeri precisi - ha confermato il presidente dell'Ordine dei farmacisti di Bari e Bat, Luigi D'Ambrosio Lettieri - ma so che le richieste sono tantissime. Abbiamo predisposto un'apposita pagina sul sito istituzionale per quanto riguarda Bari, ma credo che lo stiano facendo tutte le province, dove vengono indicate le farmacie presso cui è possibile la somministrazione. Oggi (ieri per chi legge, ndr), è partita l'attività di prenotazione e, ripeto, sono molti i cittadini che si son recati e continuano a recarsi presso le farmacie che si sono dichiarate disponibili per svolgere questo tipo di fondamentale attività di profilassi. Possiamo dire in modo assolutamente generico che il servizio era atteso, anche all'Ordine dei farmacisti sono arrivate richieste di informazioni su dove fossero le farmacia che svolgono questo servizio, esattamente sono stati nove i cittadini che hanno chiamato per sapere».

Prima e seconda dose: ecco come si prenota

Per ora bisogna prenotare solo in presenza. «Però stiamo facendo un apposito webinar, in programma per il prossimo giovedì, per diramare informazioni agli iscritti e ricevere ogni tipo di suggerimento che possa rivelarsi utili per garantire una maggiore efficienza al servizio reso - ha aggiunto il presidente D'Ambrosio Lettieri -. Resta, comunque, il fatto che secondo i protocolli definiti, entro sette giorni dalla data di prenotazione, il vaccino deve arrivare in farmacia. Questo vuol dire che già da lunedì prossimo le farmacia cominceranno a somministrare le dosi prenotate oggi (ieri per chi legge, ndr)». Vale la pena ricordare che le farmacie aderenti alla campagna vaccinale dovranno garantire spazi dedicati alla somministrazione dei medicinali anti-Covid e comunque separati dall'area destinata alle attività ordinarie di vendita dei farmaci. Ma dovrà essere prevista anche una zona di monitoraggio per la sorveglianza di 15 minuti dopo la somministrazione. Le inoculazioni saranno consentite tanto in locali al chiuso quanto in spazi esterni anche all'aperto e attraverso l'allestimento di unità mobili. I farmacisti autorizzati alle somministrazioni inizialmente potranno provvedere alle inoculazioni di prima e seconda dose di Pfizer a tutti i pugliesi a partire dai 12 anni che ne facciano richiesta.

Terza dose e vaccino antinfluenzale, Regione e farmacisti già al lavoro

Ad esclusione dei soggetti vulnerabili e ai fragili. «Ma entro un tempo ragionevolmente breve le farmacie pugliesi saranno autorizzate anche alla somministrazione della terza dose booster alle categorie target e al vaccino antinfluenzale» ha rammentato il presidente dell'Ordine dei farmacisti di Bari e Bat: «Ci allineiamo alle altre regioni d'Italia, garantendo un supporto fondamentale alla campagna di vaccinazione. Come ha sottolineato il commissario per l'emergenza, generale Francesco Paolo Figliuolo, del resto in questa fase è fondamentale intercettare sono solo la platea degli esitanti per prima e seconda dose, ma garantire un servizio più capillare sui territori anche in vista dell'estensione del booster alla fascia di popolazione over40».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 19:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA