Vaccini, dal 16 agosto hub aperti agli under 18 senza prenotazione. In Puglia già 36mila in attesa

Vaccini, dal 16 agosto hub aperti agli under 18 senza prenotazione. In Puglia già 36mila in attesa
di Paola COLACI
5 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Agosto 2021, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 14:29

Dal lunedì 16 agosto accesso libero agli hub senza prenotazione per i giovani di età compresa tra 12 e 18 anni. La nuova strategia per vaccinare i ragazzi era stata annunciata nei giorni scorsi dal commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo e nella giornata di ieri è stata formalizzata attraverso una lettera inviata alle Regioni. Una comunicazione con la quale la struttura commissariale chiede ai governatori di “predisporre corsie preferenziali per l’ammissione alle somministrazioni dei cittadini” che rientrano in questa fascia d’età. Per i più giovani ci sarà, quindi, la possibilità di ricevere le dosi del vaccino anti-Covid “anche senza preventiva prenotazione”. Ma nella lettera Figliuolo chiarisce anche le motivazioni per le quali si chiede di favorire la vaccinazione dei ragazzi, ovvero “per dare ulteriore impulso alla vaccinazione dei più giovani e della popolazione nella fascia di età 12-18 anni, in previsione della riapertura delle scuole e anche dell’avvio della prossima stagione sportiva”.

Rientro in classe da settembre, ma in Puglia gli studenti under 15 vaccinati sono solo il 6%. E Scuole diffuse scrive all'Anci: «No alla Dad, i sindaci non devono chiudere»

In Puglia già 36mila under 18 in lista ma si rischiano code negli hub

Missiva recapitata anche alla Puglia che conta già su un elenco di 36mila under 18 prenotati e in attesa di somministrazione. Non basta. A fronte di una platea complessiva di 321.188 giovani di età compresa tra 12 e 19 anni, se il 21.5% dei ragazzi ha completato il ciclo vaccinale il 44.7% (143.582 ragazzi) ha ricevuto solo la prima dose anti-Covid ed è in attesa di richiamo. Ecco perché la “corsia preferenziale aperta” prevista da Figliuolo già dopo Ferragosto ora rischia di mandare in tilt la macchina delle somministrazioni negli gli hub pugliesi. Meccanismo tarato sulle 35mila somministrazioni complessive ogni giorno tra prime dosi e richiami per tutte le fasce di età. E nella giornata di oggi il direttore del Dipartimento regionale di Prevenzione della Salute Vito Montanaro ha previsto la convocazione della cabina di regia con le Asl pugliesi proprio per pianificare una strategia anti-caos negli hub e individuare tempi e modalità di gestione delle nuove indicazioni dettate dalla struttura commissariale. «La cabina di regia con le Asl è convocata per domani alle 10 - ha annunciato Montanaro nel pomeriggio di ieri - Sarà necessario, infatti, valutare e pianificare con attenzione tempi e modalità di intervento utili a rispettare le indicazioni ricevute dalla struttura commissariale. Ma al centro del confronto ci sarà anche l’ipotesi di confermare o meno la previsione del 23 agosto quale data di avvio della campagna vaccinale dedicata agli studenti pugliesi. Al momento in fascia 12-18 anni abbiamo già 36mila prenotati, i quali dal 16 agosto in base alle indicazioni del generale Figliuolo avranno diritto alla vaccinazione a sportello. È necessario, dunque, pianificare tutti questi aspetti nel dettaglio per scongiurare il rischio di affollamenti negli hub o eventuali disagi di altra natura».

Vaccini anche nelle farmacie: la Regione accelera

E proprio in virtù della nuova rotta tracciata dal generale Figliuolo alla campagna vaccinale, dal Dipartimento della Salute non si esclude l’ipotesi di accelerare i tempi di avvio delle somministrazioni anche nelle farmacie pugliesi. E un passo avanti significativo in questa direzione è stato già compiuto nei giorni scorsi. La Giunta regionale ha, infatti, approvato il disciplinare che prevede, appunto, la vaccinazione anti-Covid anche nelle farmacie pugliesi. «E non è escluso che alla luce delle nuove indicazioni della struttura commissariale per la vaccinazione dei più giovani - chiarisce ancora Montanaro - si possa puntare proprio sul coinvolgimento fattivo dei farmacisti pugliesi. Si vedrà.

In Puglia vaccini a rilento, scatta il pressing della Regione: studenti e farmacie in priorità

Sino a settembre quasi un milione di dosi negli hub

Un dato, tuttavia, è certo. A partire da oggi e sino al primo settembre, in Puglia arriveranno 928.550 vaccini. Un incremento rispetto alle previsioni di fine luglio dettato soprattutto dall’aumento delle consegna da parte di Pfizer: anziché 131mila dosi, il 18 agosto saranno distribuite in Puglia 219.960. E il 25 agosto arriveranno altre 235.170 dosi. A conti fatti sino alla fine del mese saranno disponibili negli hub 192mila dosi in più rispetto alle previsioni, circa il 15% del totale. Ma già ieri sono state consegnate a 133mila dosi di Pfizer. E sale così a circa 268mila sieri la disponibilità. Sono 5.045.058 le dosi somministrate in Puglia, dato aggiornato alle 17, il 96.3% di quelle ricevute dalla struttura commissariale nazionale per l’emergenza, cioè 5.238.471. E sempre ieri la copertura vaccinale con prima dose della popolazione over 12 residente nella sola provincia di Bari ha raggiunto quota 81%.
© RIPRODUZIONE RISERVAT

© RIPRODUZIONE RISERVATA