Emiliano, con dosi sufficienti Puglia vaccinata in 45 giorni. «La sopportazione della gente è al limite»

Lunedì 19 Aprile 2021
Emiliano, con dosi sufficienti Puglia vaccinata in 45 giorni

«Dobbiamo vaccinare il più grande numero di persone possibile, abbiamo delle macchine vaccinali mostruose, quella della Puglia mi è addirittura scappata di mano ad un certo punto perché era talmente forte la capacità vaccinale che il commissario Figliuolo ci ha detto di rallentare. Tutte le Regioni potrebbero fare molte più somministrazioni, ma non ci arrivano i vaccini»: lo ha dichiarato il governatore pugliese Michele Emiliano intervenendo all'Aria che tira su La7. «In Puglia potremmo vaccinare tutta la popolazione in un mese e mezzo, ma non abbiamo proiettili quindi centelliniamo i caricatori», ha detto.

 

Emiliano: «La sopportazione della gente è al limite»

 

«Il governo gestisce le curve epidemiche e le regioni hanno perso tutto il potere, noi oggi gestiamo solo l'aspetto vaccinale e sanitario. Il Pd - ha proseguito - si carica di tutte le responsabilità come se fosse il Presidente del Consiglio in persona, Letta mostra un'ampia capacità di stare sull'interesse generale».

«Non si può aprire tutto di colpo, lo sanno tutti. È molto importante, invece, seguire il principio della gradualità. La sopportazione della gente è al limite - ha aggiunto - le persone sono sfinite dopo un anno e più in questa emergenza».

 

Nessun commissariamento di Lopalco

 

«Lopalco non è stato commissariato, è una sciocchezza. Questo è il suo piano vaccinale che abbiamo rafforzato, come accade sempre, dal punto di vista della logistica e dell'organizzazione esterna agli hub vaccinali con la Protezione civile. Esattamente come ha fatto l'Italia con il commissario Figliuolo».

Nei giorni scorsi, Emiliano ha affidato a Mario Lerario, responsabile della Protezione civile regionale, la gestione della logistica della campagna vaccinale e dall'opposizione di centrodestra si è parlato di «commissariamento» per Lopalco.

«Ho massima fiducia in Lopalco - replica Emiliano - Pierluigi è uno dei più bravi epidemiologici d'Italia e oltre che in questo momento si sta offrendo alla politica. L'assessore alla Sanità organizza il piano vaccinale come ha fatto lui, ma chi organizza gli hub sono le Asl e la Protezione civile quindi Pierluigi non ha nessuna responsabilità».

Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 07:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA