Università, passaggio di consegne in rettorato. Pollice: «Unità per raggiungere gli obiettivi»

Giovedì 31 Ottobre 2019 di Maddalena MONGIO'
Il passaggio di consegne tra Vincenzo Zara (a destra) e Fabio Pollice
LECCE - Passaggio di consegne avvenuto: esce di scena Vincenzo Zara e si apre il nuovo corso di UniSalento con al vertice Fabio Pollice. L’avvicendamento ieri mattina, nella sala dei delegati del rettorato dell’Università del Salento, con un incontro tra il Zara e Pollice alla presenza delle rispettive squadre di governo. Un passaggio a porte rigorosamente chiuse come non accade neppure nei cambi di guardia al governo del Paese. Zara ha ringraziato chi gli è stato accanto nei sei anni di rettorato: «Nel sessennio appena trascorso sono state create le condizioni per un lavoro di squadra con l’unico fine di far crescere la nostra istituzione. Molte colleghe e colleghi hanno lavorato fianco a fianco con assoluto spirito di servizio, in condizioni spesso difficili, come, per esempio, durante il primo triennio di attività. Per questo a tutti voi va il mio sincero ringraziamento. Un augurio sincero va al professor Pollice che sono certo saprà guidare nel migliore dei modi la nostra Università. È essenziale che senta la squadra di governo vicina così da avere il supporto necessario per affrontare le importanti sfide che lo attendono». E Pollice guarda al futuro: «Mi preme innanzitutto ringraziare il rettore Zara perché ha fatto un lavoro difficile in anni difficili portando avanti innanzitutto un progetto di normalizzazione del nostro Ateneo. A lui anche il merito di aver costruito una squadra di governo che ha saputo portare avanti un progetto ampio e significativo. Abbiamo una grande responsabilità: siamo la più grande azienda del territorio e per questo dobbiamo lavorare per la sua crescita. Io ho bisogno di voi, UniSalento ha bisogno di voi. Sono certo che se manterremo l’unità e la coesione nulla potrà fermare il nostro progetto di sviluppo».
E poi la nuova squadra tra nomi nuovi e riconferme. Prorettore vicario Manolita Francesca (ordinario Diritto privato), Ricerca Alessandro Sannino (associato Scienza e tecnologia dei materiali), Offerta formativa Attilio Pisanò (associato Filosofia del diritto), Valorizzazione del territorio Manuela De Giorgi (ricercatrice Storia dell’Arte Medievale), Risorse umane Rossano Adorno (associato Diritto processuale penale), Proiezione internazionalizzazione Rosita D’Amora (associato Armenistica, Caucasologia, Mongolistica e Turcologia), Diritto allo studio Giuseppe Gioffredi (ricercatore Diritto internazionale), Rapporti con imprese e partecipate Valeria Stefanelli (ricercatrice Economia degli Intermediari Finanziari), Politiche di genere Anna Cherubini (ricercatrice Sistemi di elaborazione delle informazioni), Politiche di integrazione Flavia Lecciso (ricercatrice Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione), Bilancio e politiche finanziarie Giuseppe Grassi (ordinario di Elettrotecnica), Comunicazione Stefano Cristante (associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi), Sostenibilità Alberto Basset (ordinario Ecologia), Patrimonio edilizio e sicurezza Maria Antonietta Aiello (ordinaria di Tecnologia delle costruzioni), Patrimonio bibliotecario Paola Davoli (associata Egittologia e Antichità copte), Tecnologie digitali Luigi Patrono (ricercatore Sistemi di elaborazione delle informazioni), Orientamento in entrata e uscita Amedeo Maizza (ordinario Economia e gestione delle imprese), Gestione degli spazi e degli eventi Luisa Siculella (associato Biologia molecolare), Affari legali Francesco Tuccari (ordinario Diritto amministrativo), Attuazione del piano strategico d’Ateneo Claudia Sunna (ricercatrice Storia del pensiero economico), Performance d’Ateneo Andrea Ventura (ricercatore Fisica sperimentale). Gruppo di supportoPiano per il Sud: Pierluigi Portaluri (ordinario Diritto amministrativo), Giampaolo Ghiani (ordinario Ricerca operativa), Maria Antonietta Aiello.[RIPRODUZ-RIS]
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 11:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA