Stazioni, Bari Centrale nella top 10 d'Italia. Ed è prima per puntualità dei viaggi

Stazioni, Bari Centrale nella top 10 d'Italia. Ed è prima per puntualità dei viaggi
di Enrico FILOTICO
4 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Febbraio 2022, 05:00

Uno dei lavori maggiormente apprezzati in città è stato senza dubbio quello che ha portato Bari ad avere una stazione dei treni nuova, moderna e davvero simile a quelle che sono le strutture in cui si arriva nei gradi snodi europei. L’edificio sorge a cavallo tra via Capruzzi e il centro della città e si presenta al pubblico con un design moderno e capace di restituire ai baresi un passaggio che per tanti anni è stato identificato come pericoloso. Ora pendolari che giornalmente transitano da Bari e turisti possono approdare in città in un edificio vetrato, dotato anche di negozi al suo interno. L’area, secondo quanto previsto dall’amministrazione, presto sarà anche libera dalla sosta dei bus che oggi bloccano il traffico rendendo via Capruzzi una delle zone più inquinate di Bari. Secondo la classifica redatta da Omio, noto portale che si occupa di prenotazione viaggi su ruote e su ferro, il capoluogo pugliese si porrebbe in classifica al nono posto tra le stazioni italiane. Una posizione che arriva tramite la valutazione di una serie di indicatori, a partire dalla distanza dal centro passando per i servizi presenti nel raggio di un chilometro.

Puntualità nei viaggi: primo posto tra le città del Mezzogiorno


Voce sicuramente più importante al momento rimane comunque la puntualità che caratterizza i vagoni in transito. Oltre ogni ragionevole dubbio che siamo soliti rilevare, i treni che arrivano e partono da Bari sono tra i più puntuali d’Italia. La città nella valutazione degli utenti che la vivono si attesta al settimo posto, prima la stazione di Venezia. Quello che può certamente però far piacere ai baresi e agli amministratori locali è il primo posizionamento tra le città del Mezzogiorno, infatti la puntualità dei viaggi regionali si attesta attorno al 91,4%. Stesso livello di Firenze, prima in classifica generale, e solo due punti percentuali sotto il polo di Santa Lucia in laguna che come detto guida a graduatoria. Il solco tra la città del giglio e Bari, per esempio, si ritrova nella presenza di attività commerciali nell’area della stazione. Con ben 1210 ristoranti e bar nel raggio di un chilometro, 686 negozi, e una puntualità dei treni regionali attestata oltre il 90%, la stazione di Firenze Santa Maria Novella risulta la migliore stazione italiana. La stazione del capoluogo toscano è inoltre totalmente accessibile e, grazie alla presenza della lounge per i passeggeri dell’alta velocità e alla vicinanza con il centro città, offre ai suoi visitatori la più totale comodità.

La riqualificazione della zona viaggia sui binari

Sicuramente la stazione per Bari potrà significare una rivalutazione delle due aree adiacenti, sebbene non siano ad oggi considerati quartieri abbandonati. Dal lato di via Capruzzi è difficile immaginare un incremento dei servizi, visto e considerato che si tratta comunque di un’area residenziale. Solo il camminamento sotto i portici potrebbe vedere una rivalutazione, sebbene siano già presenti attività di food&beverage e supermercati. Situazione differente ad esempio rispetto a Roma Termini, seconda in classifica però allo stesso tempo polo centrale di un’area molto vasta costruita attorno alla stazione. Tra i grandi meriti riconosciuti allo snodo più grande della Puglia la vicinanza al centro città. L’arrivo a Bari significa di fatto l’arrivo in quello che viene definito il salotto buono di Bari. Solo tre stazioni in Italia sono collocate in centro, oltre Bari ci sono infatti Bologna e Genoa. Tra i servizi assenti o presenti in minima parte in area stazione ci sono le farmacie, attività che più di altre potrebbe tornare utile ai baresi in arrivo o ai turisti che sbarcano in città. Il ruolo del nuovo edificio fortemente voluto dall’amministrazione Decaro rimane comunque fondamentale per Bari, fu lo stesso sindaco a sottolinearne l’importanza in occasione dell’inaugurazione. Stazione ferroviaria e aeroporto rappresentano di fatto il volto di una città per chi la raggiunge da fuori, oltre ad essere un patrimonio in grado di cambiare drasticamente la qualità di vita degli stessi cittadini. L’upgrade rappresentato da uno snodo ferroviario rappresenta solo il primo step per la città, arricchita parallelamente da servizi che rispetto alla stazione sono adiacenti. Vedasi il parco sorto alle spalle di via Capruzzi. I prossimi mesi, forse anni, saranno quelli dedicati alla copertura dei binari che saranno l’obiettivo dell’amministrazione in carica. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

© RIPRODUZIONE RISERVATA