Sì all'offerta del Pd leccese: Gentile candidata nel Salento

Martedì 4 Agosto 2020 di Paola COLACI

L'ufficialità è giunta nella tarda mattinata di ieri: Elena Gentile si giocherà la partita delle elezioni regionali di settembre da candidata nella lista del Pd della provincia di Lecce. A confermare i rumors delle scorse ore che volevano la candidata alle primarie del 2019 corteggiata dai vertici della segreteria Dem salentina è stato lo stesso segretario provinciale Ippazio Morciano.
A mezzo nota ufficiale, il numero uno di Via Tasso ha sottolineato come: «La segreteria provinciale di Lecce tiene a cuore l'esperienza politica di Elena Gentile». Un valore aggiunto per il Pd regionale al quale, però, i Democratici di Foggia avevano deciso di chiudere la porta. Nessuno spazio nelle liste della Capitana per l'ex eurodeputato Dem. Un niet alla candidatura che la stessa Gentile nei giorni scorsi aveva stigmatizzato, bollandolo come: «Decisione incomprensibile e visione miope delle difficoltà di questa tornata elettorale». Un'esclusione dettata, come aveva ipotizzato la stessa Gentile, dalla previsione che la candidatura dell'esponente cresciuto nel Pci a Cerignola rischiasse di inficiare la corsa alla rielezione degli uscenti dem Raffaele Piemontese e Paolo Campo. Ma tant'è.

A rimettere in gioco l'ex assessore ci ha pensato il Pd leccese. Già nei giorni scorsi a mobilitarsi a favore della candidatura della Gentile erano state il consigliere comunale di Lecce Paola Povero e la consigliera politica del presidente Emiliano per il programma Titti de Simone che avevano lanciato una petizione online. Elena è una risorsa per il centrosinistra pugliese - avevano rimarcato le proponenti la petizione - La sua esclusione sarebbe una perdita per tutti e tutte. Chiediamo che Elena Gentile sia candidata e ad Elena di non mollare. Un appello sottoscritto tra le altre dall'assessore regionale Loredana Capone, dalla senatrice Assuntela Messina, dall'assessore comunale di Bari Paola Romano e dalla biologa Elvira Tarsitano, già presidente del Pd Puglia. Ma anche da Magda Terrevoli, presidente del Comitato Unico di Garanzia della Regione Puglia e da Serenella Molendini, consigliera nazionale di Parità.

Nelle scorse ore, poi, è arrivata la proposta ufficiale della segreteria provinciale di Lecce: un posto nella lista che Morciano conta di chiudere entro giovedì e presentare a Bari nella giornata di venerdì, in sede di direzione regionale del partito. Un invito a essere della partita delle regionali portando avanti la sua campagna elettorale in provincia di Lecce che la Gentile ha accolto nella mattinata di ieri, affidando il suo sì a una lettera scritta indirizzata allo stesso segretario e ai vertici di Via Tasso. «Ne sono profondamente onorata - ha sottolineato - Questa proposta mi emoziona e mi onora» ha rimarcato, ringraziando i vertici provinciali del partito. Eppure i ben informati sostengono che la candidatura della Gentile a Lecce abbia generato qualche mugugno tra le file degli stessi big del partito salentino e aspiranti alla riconferma in Regione. Eppure la decisione è presa. Per sapere se a scendere in campo in prima persona alle regionali sarà anche Morciano, invece, bisognerà attendere le prossime ore. Il segretario scioglierà la sua riserva entro la giornata di giovedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 13:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA