Iscrizioni a scuola: anche in Puglia i licei si confermano in testa, preferiti da quasi sei studenti su dieci. Al primo posto lo Scientifico

Martedì 26 Gennaio 2021 di Maria Claudia MINERVA

I licei battono ancora una volta i tecnici e i professionali. Questi i primi dati diffusi in mattinata dal Ministero dell’Istruzione, dopo la chiusura delle iscrizioni on-line, ieri sera alle ore 20. Un trend registrato anche in Puglia, dove il 58,1% degli studenti ha scelto di iscriversi al liceo, contro il 29% che ha scelto il tecnico e il 12,9 il professionale. E tra i licei a vincere è lo Scientifico con il 17,7% di preferenze da parte dei ragazzi, seguito dal liceo Linguistico con l'8,1% delle scelte e il Classico con il 7,3%. 

A livello nazionale è ancora il Lazio la regione con il maggior interesse per i Licei, con il 71,2%. Seguono Campania (64,3%), Abruzzo (63,9%), Sicilia (63,8%). Veneto ed Emilia Romagna si confermano le Regioni con meno adesioni per gli indirizzi liceali, entrambe al 48,2%. Una conferma anche per il Veneto, come Regione con più adesioni per i Tecnici: 38%. Seguono Lombardia (36,2%), Emilia Romagna (36%), Friuli Venezia Giulia (35,7%). L’Emilia Romagna è ancora la prima Regione nella scelta dei Professionali (15,8%), seguita da Veneto (13,8%), Basilicata (13,7%), Toscana (13,5%).

Cresce la domanda di tempo pieno (per un totale di 40 ore settimanali) nella scuola primaria: a richiederlo è il 46,1% delle famiglie rispetto al 45,8% di un anno fa. Tra le Regioni con le più alte percentuali di scelta ci sono Lazio (64,1%), Piemonte (62,5%), Emilia Romagna (60,7%). La percentuale più bassa si registra in Sicilia (14,8%), Molise (15,3%), Puglia (21,4%).

L’83,7% degli utenti ha effettuato autonomamente l’iscrizione online, senza passare dall’intermediazione della scuola. Un dato in forte crescita rispetto all’anno scorso, quando erano il 69,4%. Il picco maggiore di coloro che hanno gestito in autonomia la domanda si registra in Friuli Venezia Giulia (94,6%). Seguono Veneto (93,2%), Lombardia (92,2%) e Sardegna (92,1%). Le Regioni in cui si è registrata una maggiore intermediazione da parte delle scuole sono Puglia (37,5%), Campania (36,2%), Sicilia (33,2%) e Calabria (33,1%).

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA