Apulia, sì allo scioglimento: «Un commissario per rifare lo statuto». In arrivo Giuseppe Savino

Apulia, sì allo scioglimento: «Un commissario per rifare lo statuto». In arrivo Giuseppe Savino
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Settembre 2022, 19:06 - Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 10:09

Alla fine lo scioglimento di Apulia Film Commission è arrivato. O almeno sta per arrivare: la decisione è stata presa nella riunione della Giunta Regionale di oggi che «preso atto delle criticità rilevate dall’organo di controllo in ordine al funzionamento dell’organo amministrativo e all’assetto organizzativo, ha deliberato di partecipare all’assemblea di Apulia Film Commission in seconda convocazione (il 30 settembre), dando mandato di proporre lo scioglimento del consiglio di amministrazione e il conseguente commissariamento della fondazione finalizzato a revisionare i regolamenti di organizzazione e funzionamento dell’ente; redigere un nuovo testo dello statuto e infine assicurare la continuità della gestione amministrativa». In altre parole il cda sarà azzerato, presidente compresa. Probabilmente il commissario sarà Giuseppe Savino, fedelissimo di Stefanazzi. 

La decisione

La decisione arriva dopo l'audizione in commissione del direttore generale Antonio Parente (arrivata dopo quella della scorsa settimana della presidente Simonetta Dellomonaco in una corposa relazione poi trasmessa dalla II commissione alla Procura di Bari e alla Corte dei Conti. Parente ha replicato alle criticità gestionali evidenziate dalla presidente, chiarendo punto per punto le contestazioni.

Ora la palla passa all'assemblea dei soci di Apulia, che si riunirà venerdì prossimo e che con ogni probabilità accoglierà la richiesta dell'ente. Una decisione che azzererebbe dunque l'intero consiglio di amministrazione ma che invece potrebbe non riguardare gli organismi amministrativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA