Verso le Regionali, ancora braccio di ferro tra Meloni e Salvini su Fitto

Verso le Regionali, ancora braccio di ferro tra Meloni e Salvini su Fitto
1 Minuto di Lettura
Giovedì 11 Giugno 2020, 18:17

La nuova fumata nera sulle regionali di oggi al vertice di centrodestra non fa ben sperare. Anche se fonti del centrodestra parlano di «significativi passi in avanti» per «l'individuazione della squadra migliore», tutto resta in alto mare.

E si prevedono tempi lunghi, non soluzioni a brevE. Salvo accelerazioni dell'ultima ora, infatti, lo stallo, specialmente nelle Regioni chiave di Campania e Puglia, difficilmente verrà superato in tempi stretti. Tanto che c'è chi scommette che le trattative sono destinate a protrarsi per tutto il week end e anche oltre, rinviando tutto alla prossima settimana.

Matteo Salvini vuole una regione del Sud e, raccontano, rivendica per sé la Puglia, dove Giorgia Meloni non è disposta a cedere sul suo nome, Raffaele Fitto. Tutti i sondaggi riservati indicano la Regione a portata di mano del centrodestra soprattutto schierando in campo Fitto come anti-Emiliano. E Fdi gioca su questo, ma anche sul fatto che in vista del suo 14% non può essere penalizzata nella scelta dei candidati governatori. La Lega non ci sta, insiste su Nuccio Altieri e non sembra schiodarsi.

Da qui il muro contro muro che blocca anche la corsa dell'azzurro Stefano Caldoro in Campania. Fi, per bocca di Antonio Tajani, non molla la presa sul suo nome. Silvio Berlusconi anche in queste ore sarebbe stato categorico: Stefano è e resta il nostro candidato, ditelo a Matteo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA