Puglia, feste in arrivo. Cenoni, shopping e viaggi: ecco cosa si può fare

Puglia, feste in arrivo. Cenoni, shopping e viaggi: ecco cosa si può fare
5 Minuti di Lettura
Domenica 19 Dicembre 2021, 16:12 - Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre, 08:51

E' tutto pronto o quasi per le feste di Natale. Nell'ultimo weekend pre natalizio è iniziata l'ultima corsa ai regali. Le città si riempiono e i negozi pure. E sebbene quello di quest'anno non può certo essere paragonato al Natale dello scorso anno, segnato da restrizioni e lockdown (non ci sono limiti orari alla circolazione), gli esperti invitano alla prudenza. La Puglia resta in zona bianca, senza limitazioni dunque. Ma si sa, la voglia di vivere una vita normale con annesse feste potrebbe far abbassare la guardia.

Cenoni

Proprio per questo motivo è sempre bene tenere a mente le buone pratiche per non trovarsi in difficoltà. Ben vengano dunque i cenoni (segnati quest'anno dal caro prezzi), con prudenza s'intende, l'invito è quello di riunirsi in pochi e possibilmente tutti vaccinati e magari, per essere più tranquilli, effettuare un tampone prima di sedersi a tavola.

Grande attenzione nei confronti dei soggetti fragili, a cominciare dagli anziani. Lavarsi sempre le mani, gesto che ormai dovrebbe essere entrato di diritto nel vivere quotidiano, areare gli ambienti (sfidando anche il freddo di questi giorni in Puglia) e cercare di mantenere le distanze. Ahimè, anche quest'anno è bene limitarsi a scambiarsi gli auguri da lontano senza abbracci e baci, ormai passati nel dimenticatoio causa covid.

Il virus infatti sembra non voler mollare e in una Puglia che sfiora (oggi 19 dicembre) i 500 contagi in 24 ore e l'ombra della variante Omicron che si fa sempre più preoccupante, la prudenza sembra non essere mai troppa.

All'aperto

Cosa si potrà e cosa non si potrà fare dunque in queste feste?

Chi in questi giorni sarà in giro per l'acquisto dei regali da mettere sotto l'albero deve ricordare le limitazioni previste dalle ordinanze dei sindaci pugliesi. A cominciare dall'obbligo di mascherine all'aperto: accade a Lecce dove l'ordinanza firmata dal sindaco Carlo Salvemini è entrata in vigore sabato 11 dicembre e valida fino alle 24 del prossimo 31 dicembre. Mascherina obbligatoria all’aperto in piazza Mazzini, piazzetta Alleanza, Via Trinchese, Piazza S. Oronzo, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza Duomo, Via Libertini, Via Palmieri, Piazzetta Vittorio Emanuele II, Via Maremonti, Via degli Ammirati, Via Federico D'Aragona, Via dei Perroni, Via Paladini, Via Marco Basseo, Via Cairoli, P.tta G. Carducci (Convitto Palmieri), Via Umberto I, Vico dei Fieschi, Piazzale Vittime del terrorismo. Anche a Tricase il sindaco ha firmato l'obbligo di mascherina all'aperto, così come a Maglie Torre Santa Susanna, Altamura Manduria, Locortondo, Barletta, San Giovanni Rotondo, Taranto e Ruvo di Puglia.

Queste le strade di Brindisi in cui sarà d'obbligo la mascherina all'aperto: sino alla mezzanotte di venerdì 31 dicembre, nella fascia oraria compresa tra le ore 10 e le ore 24, vige l’obbligo nelle seguenti vie e piazze: corso Roma, corso Umberto, piazza Cairoli, corso Garibaldi, piazza Vittoria, via Santi, piazzetta D’Errico, via Casimiro, piazzetta Sottile De Falco, via Duomo, piazza Duomo, piazza Santa Teresa, piazza Dante, via Marco Pacuvio, piazza Concordia, piazza Vittorio Emanuele, viale Regina Margherita, piazzale Lenio Flacco, piazza Matteotti, piazza Sedile, via Conserva e via Rubini.

Mentre a Taranto obbligo di mascherina fino al 9 gennaio 2022 nelle strade: via Duomo; vicolo S. Pietro; via D’Aquino; via di Palma (tratto compreso tra Piazza Maria Immacolata e via Crispi); via Regina Margherita; viale Liguria; Corso Vittorio Emanuele (Talsano); via Anfiteatro; via Cavour (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Ciro Giovinazzi (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via XX Settembre; via Giuseppe de Cesare (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via S.S. Annunziata; via Acclavio (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Angelo Berardi (tratto compreso tra via Anfiteatro e Piazza Immacolata); via Mignogna (tratto compreso tra Piazza Immacolata e Corso Umberto); via Vincenzo Pupino (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Cataldo Nitti (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via F. Cavallotti (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Duca degli Abruzzi (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Regina Elena (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Crispi (tratto compreso tra via Anfiteatro e Corso Umberto); via Cesare Battisti; Piazza Garibaldi; Piazza Giovanni XXIII; Piazza della Vittoria; Piazza Maria Immacolata; Piazza Bettolo; Piazzale Bestat; Piazza Medaglie d’Oro; Piazza Sicilia; Piazza Masaccio; Piazza Lo Jucco; Piazza Ramellini.

I viaggi

Tutti consentiti in zona bianca, sia all'interno del proprio Comune, tra Comuni diversi e tra Regioni. Chi invece ha intenzione di spostarsi per una vacanza all'estero deve informarsi sulle regole anti-Covid previste per l’ingresso nel Paese di destinazione. Chi rientra invece in Italia da un paese straniero deve ricordare che, in base all'ordinanza firmata lo scorso 14 dicembre e in vigore fino al 31 gennaio 2022 dal ministro della Salute Roberto Speranza, deve sottoporsi a tampone anche se vaccinato e a quarantena se non è vaccinato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA