Puglia, 78% in meno di ricoveri grazie ai vaccini. Quarta in Italia per somministrazione

Lunedì 26 Luglio 2021

«Con i livelli di copertura attuale del vaccino possiamo prevenire il 78% dei casi di ospedalizzazione». Salgono i numeri dei vaccinati in Puglia: il 73% ha già già ricevuto la prima dose, mentre il 53% anche la seconda. Ad annunciarlo con un post su facebook l'assessore alla Sanità dalla Regione Puglia, l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco.

Il post

«È un gran bel risultato - continua l'assessore - ma non significa certo azzeramento dei ricoveri e, purtroppo, dei decessi. Possiamo raggiungere questo risultato, di finale convivenza con il virus, solo con uno sforzo corale che possa permettere un abbattimento della circolazione virale che, oggi, avviene principalmente fra i giovani». Per Lopalco, «da quando il Governo ha sacrosantamente sancito l'uso del cosiddetto green pass per evitare chiusure generalizzate a fronte della ripresa della circolazione virale, la parola libertà è stata più che mai vittima di abuso». Secondo l'assessore, «la libertà di scelta vaccinale di ciascuno di noi deve coincidere con un anelito di partecipazione ad uno scopo comune. L'aumento delle coperture vaccinali ci permetteranno di uscire da questo incubo molto prima di quanto si possa pensare». Ai «tanti giovani che vogliono vaccinarsi, hanno prenotato, ma devono ancora aspettare il loro turno», l'assessore dice «di avere un po' di pazienza. Entro la fine del mese di agosto - assicura - la stragrande maggioranza di chi vuol vaccinarsi avrà ricevuto almeno una dose di vaccino e per la fine di settembre avrà completato il ciclo di protezione».

LEGGI ANCHE: Variante Delta, due dosi vaccino Pfizer e Astrazeneca efficaci: i risultati dello studio inglese

I numeri dei vaccini

In Puglia è stato somministrato il 96,2% dei vaccini anti-Covid disponibili: 4.516.234 dosi sulle 4.695.447 consegnate. È quanto emerge dal report giornaliero del Ministero della Salute (aggiornato alle 6). La Puglia è così quarta in Italia per numero di somministrazioni, dopo Lombardia, Abruzzo e Marche, e comunque oltre la media nazionale che è del 95% di dosi inoculate. Guardando alla copertura per fasce di età, emerge che il 93,51% degli over 80 ha completato il ciclo vaccinale, nella fascia 70-79 anni l'88, 21%, il 76% dei 60-69enni, il 71,09% dei 50-59%, il 55,69% dei 40-49enni. Per quanto riguarda gli under 40, più di un over 20 su 2, il 58,35% dei 30-39enni e il 51,34% dei 20-29enni ha ricevuto almeno una dosa (la seconda dose è stata già somministrata rispettivamente al 35,75% e al 25,76%. Nella fascia 12-19 anni, infine, ha ricevuto la prima dose il 28,82% della platea, la seconda il 13,82%.

 

Ultimo aggiornamento: 10:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA