Under 40, subito boom di prenotazioni: nelle prime tre ore, appuntamento per oltre 20mila giovani

Venerdì 4 Giugno 2021

Sono iniziate ieri anche in Puglia le prenotazioni per gli under 40, e i primi a garantirsi la prima dose sono stati i nati tra il 1982 e il 1986 (da domani toccherà ai nati tra il 1987 e il 1991, via via tutti gli altri fino all'11 giugno con i nati nel 2005). Alle 17 di ieri erano in 20mila ad essersi già prenotati, pari al 13% della platea. Un numero elevato, se si considera che le adesioni sono state accettate a partire dalle ore 14. Gli altri potranno continuare a farlo sul sito www.lapugliativaccina.regione.puglia.it, nelle farmacie abilitate col sistema FarmaCup e tramite il numero verde 800713931 (dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20).


Intanti, si parte con le vaccinazioni per i ragazzini d'età compresa tra i 12 i 15 anni, dando la priorità ai pazienti adolescenti fragili affidati alle reti e alle strutture ospedaliere che saranno contattati direttamente tramite le famiglie. I fragili non in cura negli ospedali saranno programmati tramite i pediatri di libera scelta. Gli studenti 12-15 anni delle scuole medie inferiori saranno infine contattati tramite gli uffici scolastici regionali. Ad annunciarlo è stato ieri l'assessore regionale alla Salute Pier Luigi Lopalco.

 

I dati per ciascuna Asl


Nella Asl di Brindisi sono state circa 2.500 le dosi somministrate ieri, tra cui 760 Janssen. Proseguono le vaccinazioni per i maturandi: oggi le sessioni per i ragazzi dell'istituto Flacco di Brindisi e a San Donaci quelle per gli studenti del liceo linguistico Maria Immacolata di Torre Santa Susanna. Domani toccherà ai ragazzi dell'istituto Valzani e del liceo scientifico Fermi di Brindisi.
A Lecce modalità Drive in a Poggiardo in via P. Siciliani e a Leverano in via R. Sanzio. Proseguono le vaccinazioni domiciliari e ambulatoriali dei Medici di medicina generale: 66.774 le dosi somministrate fino ad oggi, mentre finora le somministrazioni complessive nel Salento sono state 473.779.
A Taranto è stato inaugurato il nuovo hub vaccinale presso l'Arsenale della Marina Militare, dove già nella mattinata di ieri sono state somministrate 367 dosi. Il centro diventa così pienamente operativo, con percorsi di ingresso e uscita chiaramente definiti per chi vi accede in auto e con un sistema di navetta interno per i cittadini che vi si recano a piedi. Negli altri hub vaccinali della provincia, la somministrazione dei vaccini di ieri mattina è così ripartita: a Taranto 496 dosi presso la Svam e 392 dosi al PalaRicciardi; 377 dosi a Martina Franca, 354 dosi a Grottaglie, 358 dosi a Manduria, 537 dosi a Massafra, 416 dosi presso l'hub di Ginosa, per un totale di oltre 3200 dosi somministrate negli hub jonici. A questi dati si aggiungono si aggiungono circa 335 dosi somministrate in ambulatorio e quasi 100 dosi somministrate a domicilio. In totale, in provincia di Taranto si è raggiunta la quota di oltre 342.200 dosi somministrate: tra i cittadini che hanno ricevuto il vaccino, oltre 109mila hanno completato il ciclo vaccinale.
Critico il presidente della Commissione regionale Bilancio e Programmazione Fabiano Amati: «Di questo passo raggiungeremo l'immunità di popolazione, cioè due dosi per l'80% della popolazione, il 30 settembre. Serve uno scatto organizzativo per anticipare il raggiungimento dell'obiettivo al 31 agosto, così da essere pronti per ogni evenienza».
Secondo il monitoraggio della Fondazione Gimbe relativo alla settimana dal 26 maggio al primo giugno, intanto, la percentuale di popolazione che al primo giugno ha ricevuto il ciclo completo del vaccino anti-Covid in Puglia è pari al 20,6%, a cui aggiungere un ulteriore 21,5% solo con prima dose. Nel dettaglio, la percentuale di over 80 con ciclo completo è pari al 84% (ulteriore 11% con prima dose), i 70-79enni con ciclo completo sono il 36,1%, a cui aggiungere un ulteriore 53,6% solo con prima dose, i 60-69enni ad aver ricevuto le due dosi sono il 27,3% (ulteriore 55% solo con prima dose).

Ultimo aggiornamento: 15:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA