Puglia, un solo nuovo caso e nessun decesso. Lopalco: «Su Tocilizumab dati confortanti»

Giovedì 25 Giugno 2020
Rimane basso il livello di contagi di infezione Covid-19 (Coronavirus) in Puglia. Oggi si registra un solo nuovo caso positivo, in provincia di Taranto, su 1896 test, una quota consistente anche se inferiore rispetto a giornate precedenti (ieri 2790 tamponi e nessun nuovo contagio). Il bollettino epidemiologico viene reso noto dal presidente della Regione, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro. Non sono stati registrati decessi (ieri uno).

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 170.284 test. Sono 3.814 i pazienti guariti (+5 rispetto a ieri) e 173 i casi attualmente positivi (-4) dei quali 27 ricoverati (-2 rispetto a ieri) e nessuno in terapia intensiva. I morti sono finora 543. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 4.530 così divisi:1.491 nella provincia di Bari; 380 nella provincia di Bat; 659 nella provincia di Brindisi; 1.170 nella provincia di Foggia; 520 nella provincia di Lecce; 281 nella provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione.  


Lopalco: Emergenza superata ma il virus resta pericoloso. Su Tocilizumab dati confortanti

Il capo della taskforce pugliese torna a parlare dell'emergenza Covid in Puglia: fondamentalmente superata, spiega l'epidemiologo, ma non dobbiamo pensare che il virus sia meno potente, è una malattia che ha ucciso. Lopalco ha poi parlato su Facebook del Tocilizumad: «I risultati» di uno studio «sono confortanti e confermano quanto osservato precedentemente: il Tocilizumab presenta una certa efficacia nel prevenire il ricorso alla ventilazione meccanica e riduce la probabilità di morte se combinato con il trattamento standard». Lo scrive su facebook il professore Pierluigi Lopalco, epidemiologo a capo della task force pugliese per l'emergenza Coronavirus, riprendendo una ricerca pubblicata su Lancet Reumathology sull'efficacia del farmaco prodotto da La Roche e sperimentato contro il Covid-19. «L'effetto positivo del Tocilizumab - spiega Lopalco - era stato ipotizzato da osservazioni cliniche preliminari in Cina, quindi confermato da osservazioni aneddotiche anche in importanti centri clinici italiani. Solo ora, dopo tre mesi di osservazioni e studi, viene pubblicato un bello studio su Lancet Reumathology a firma di cari amici e colleghi fra Bologna, Modena e Reggio Emilia. Ma quello che è più importante ai fini di questa riflessione sono le conclusioni degli autori che, dopo mesi di lavoro e dopo aver spaccato il capello ai dati raccolti da 1.351 cartelle cliniche, concludono: »Sebbene questi risultati siano incoraggianti, dovranno essere confermati da studi randomizzati come quelli attualmente in corso«.
 
Ultimo aggiornamento: 15:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA