Quanto costa un weekend in Puglia? Oltre 300 euro a notte a Polignano. I prezzi

Quanto costa un weekend in Puglia? Oltre 300 euro a notte a Polignano. I prezzi
di Giuseppe ANDRIANI
5 Minuti di Lettura
Domenica 31 Luglio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 12:17

Tutti in Puglia. Tutti o quasi, se ad agosto davvero non si prevede il sold out. Non sempre un problema di prezzi, includendo nell’analisi il fattore delle “frontiere riaperte” dopo i due anni di pandemia, paure e divieti. Del resto il prezzo lo fa il mercato, la richiesta. Provando a prenotare - tramite un famoso comparatore di prezzi sul web - un hotel (da tre stelle in su) per due in una camera matrimoniale per il weekend dall’11 al 14 agosto non mancano le sorprese. Per soggiornare a Polignano servono almeno 1.132 euro. Chi ha prenotato con anticipo, probabilmente, ha pagato molto meno. Ma ad oggi i prezzi sono questi. È la richiesta a mischiare le carte. La città del Barese, famosa per paesaggi mozzafiato, il cliff diving della RedBull e soprattutto Domenico Modugno, è la più cara di Puglia tra le destinazioni estive. Ma è quella per cui nell’ultimo periodo si sono registrati i dati migliori: sempre più spesso è impossibile programmare un viaggio last minute a Polignano, tra b&b sold out e soluzioni solo molto costose. Con i parametri riportati, le tre soluzioni più economiche per il weekend di Ferragosto costano 1.132, 1.881 euro, 3.009 euro. Insomma, non meno di 350 euro a notte ma conviene affrettarsi per evitare che il prezzo lieviti ancora. E non si discosta troppo dalla stessa logica Monopoli. Sono le due cittadine “rivelazione” dell’estate dal punto di vista degli arrivi e delle presenze, in attesa dei dati ufficiali delle associazioni di categoria. Turismo dall’estero, dal Nord ma anche di prossimità: basta vedere quanta gente ogni sabato percorre in treno la tratta fino a Polignano. 

Salento in calo

Assodato che Monopoli e Polignano sembrano essere diventate le due regine dell’estate, chi scende nei prezzi medi? Su tutte Castro e Gallipoli, le due perle del Salento, ben diverse e con un turismo di natura quasi opposta. Non c’è il tutto esaurito né da una parte e neppure dall’altra, tanto che per dormire a Castro in quei tre giorni bastano 393 euro, a Gallipoli ne servono circa una cinquantina in più. E colpisce anche la media più bassa tra le altre strutture, quelle non prese in esame per calcolare il minimo. Diverse soluzioni, prezzi più accessibili nonostante l’alta stagione. È un discorso diverso poi l’economicità, che non c’è, nel vivere quei giorni: soprattutto sullo Ionio, da Gallipoli in giù, i prezzi restano piuttosto alti per tutti i servizi sul mare, di certo tra i più belli in Puglia e non soltanto. Ma sui prezzi la polemica non si placa. Così come sui parcheggi in alcune cittadine salentine, a pagamento fino a tarda notte (o addirittura h24). Insomma, il problema non è dormire se - come scritto su queste colonne un paio di mesi fa - il pernotto di un mese in una casa costa la metà di due lettini e un ombrellone in un lido gallipolino. Otranto regge botta bene, anche se i residenti raccontano di una cittadina meno affollata rispetto agli ultimi due anni. Ma il centro storico bellissimo e la vicinanza al mare si paga: non meno di 700 euro per tre giorni per due persone. A testa, quindi, si spende ben oltre un centone per notte. Non proprio un importo alla portata di tutti, ma probabilmente non era neppure quello il senso della richiesta. 

Taranto, Brindisi e Gargano

Non solo Barese e Salento. Prezzi contenuti nel Tarantino a Martina Franca, da sempre preda di turismo “d’elite”, anche per via della distanza dal mare. Da Neuer, portiere della nazionale tedesca che decise persino di sposarsi nella culla della Valle d’Itria, a diversi manager. Ma per una coppia il prezzo resta accessibile, anche qui probabilmente è la non eccessiva richiesta in strutture medie. E la poco lontana Ostuni, meta privilegiata del Brindisino, segue logiche turistiche più o meno simili: città bianca e mare. Ma con 500 euro si trascorrono tre giorni anche a Ferragosto. 
Sul Gargano, invece, per non spendere troppo ci si muove tra strutture di lusso e hotel alla portata di tutti o quasi. Cresce Vieste, che già nella scorsa stagione estiva era stata la più “scelta” dai turisti: servono oltre 200 euro a notte in questo periodo dell’anno. Il prezzo, come detto, lo fa il mercato. È il turismo, bellezza. Ma quanto mi costi. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA