Puglia, Palese alla Sanità e Lopane al Turismo: Emiliano firma le nomine dei nuovi assessori/I nuovi equilibri in giunta

Il salentino, ex assessore con Fitto, prenderà il posto che fu dell'epidemiologo Lopalco

Puglia, Palese alla Sanità e Lopane al Turismo: Emiliano firma le nomine dei nuovi assessori/I nuovi equilibri in giunta
6 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Febbraio 2022, 14:53 - Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 13:17

Rocco Palese alla Sanità e Gianfranco Lopane al Turismo. Michele Emiliano chiude finalmente la partita e nomina i due nuovi assessori regionali: firmati i decreti, confermata l'impostazione trapelata nelle ultime settimane, nonostante i veti interni al centrosinistra. Sono state così affidate le deleghe rimaste vacanti, da novembre, dopo le dimissioni di Pierluigi Lopalco e di Massimo Bray. Emiliano ha poi nominato Grazia Di Bari consigliera delegata per le Politiche culturali.

Chi sono

Rocco Palese, salentino, sarà assessore esterno. Ex parlamentare di Forza Italia, è stato anche consigliere e assessore regionale (con la giunta guidata da Raffaele Fitto). Medico, attualmente è direttore del Distretto socio-sanitario di Gagliano del Capo. E' un altro nome pescato da Emiliano dal campo di centrodestra: da tempo tra Palese e il governatore c'era un asse sempre più solido. La delega di Palese è “Sanità, Benessere animale, Controlli Interni, Controlli connessi alla gestione emergenza Covid”, la stessa in precedenza dell'epidemiologo Lopalco.

Gianfranco Lopane, tarantino, è consigliere regionale eletto nella lista Con, il movimento civico di Emiliano. Alla prima consiliatura, è ex sindaco di Laterza. La delega è “Turismo, Sviluppo e impresa turistica”.

Grazia Di Bari, dalla Bat, è consigliera regionale del M5s. E' la seconda nomina per i cinque stelle fatta da Emiliano, dopo l'accordo post elettorale del 2020. Si occuperà di "Politiche culturali, il patrimonio materiale e immateriale e la valorizzazione dei borghi".

Il quadro e gli equilibri

Emiliano "sfida" così la sua stessa coalizione: dubbi sul nuovo scacchiere di nomine erano stati espressi, anche pubblicamente, da alcuni settori della maggioranza larga di centrosinistra. Dal Pd, prima di tutto: i democratici avevano chiesto al governatore più spazio in giunta, alla luce della folta delegazione presente in aula (15 consiglieri, solo tre dei quali sono assessori), ritenendo sovrarappresentato il movimento civico del presidente o comunque la delegazione di assessori riconducibili direttamente a lui. Dal Pd dubbi anche sulla scelta di delegare la Sanità a un ex centrodestra come Palese. Il governatore ha però scelto di non arretrare, nonostante il pressing. In giunta, ora, gli equilibri saranno i seguenti: tre assessori al Pd, due assessori a Con, due ai Popolari, uno a Sinistra Italiana (esterno), uno al M5s e un esterno in quota Emiliano.

Emiliano: "Esperienza e conoscenza"

“Esperienza, conoscenza  del territorio, capacità di ascolto e coinvolgimento di tutte le componenti sociali, sindacali e politiche per realizzare il nostro programma di governo e perseguire il bene comune: sono queste le ragioni alla base del conferimento delle nuove deleghe. I miei auguri di buon lavoro ai due nuovi assessori e alla consigliera” dichiara Emiliano.

La consigliera delegata, per l'esecuzione dell’incarico, potrà avvalersi dei mezzi e delle competenze di Arti Puglia, Fondazione Apulia Film Commission, del Dipartimento Turismo, Economia della cultura e valorizzazione del territorio, nonché della collaborazione, per quanto possa occorrere, degli altri Dipartimenti e Agenzie della Regione Puglia, con potere di organizzare e porre in essere quanto alla stessa demandata mediante specifici gruppi di lavoro.

Palese: «Ce la metterò tutta per essere all'altezza della sfida»

«Sono estremamente lusingato dalla fiducia che il Presidente Emiliano ripone nelle mie capacità e farò di tutto per esserne all’altezza. L’emergenza sanitaria, sociale ed economica che stiamo vivendo è una sfida che da assessore affronterò con la stessa dedizione e l’esperienza di medico di lungo corso con cui l’ho affrontata da quando, a marzo 2018, sono tornato a dirigere il Distretto sanitario di Gagliano del Capo. Da settembre 2020 ad oggi ce l’abbiamo messa tutta per assistere al meglio quanti più pazienti possibile, senza risparmiare le forze. E da quando è iniziata la campagna vaccinale non ci siamo mai fermati un attimo, somministrando centinaia di dosi di vaccino al giorno, anche nei giorni festivi e anche a domicilio. Come sempre, anche in questa sfida, metterò tutto me stesso, sperando che la mia passione, la mia dedizione e la mia esperienza medica ed amministrativa possano essere d’aiuto alla Puglia, ai pugliesi e all’intero sistema sanitario regionale a cui va dato atto di aver affrontato l’emergenza pandemica con impegno e professionalità senza precedenti”. E’ quanto afferma Rocco Palese in merito alla sua nomina ad assessore alla Sanità della Regione Puglia.

Lopane: Turismo settore nevralgico, onorato di questa sfida

«Sono onorato di entrare a far parte della squadra della Giunta regionale accanto al presidente Michele Emiliano, che ringrazio per la fiducia accordatami con questo incarico importante. L'assessorato al Turismo è per me una sfida nuova, unica e motivo di grande orgoglio. Una sfida che affronto in continuità con l'ottimo lavoro svolto da Massimo Bray che mi ha preceduto». Lo afferma in una nota il nuovo assessore al Turismo, Gianfranco Lopane. «Il Turismo in Puglia - aggiunge - rappresenta un settore nevralgico: un pezzo di economia e di vita sociale sempre più importante. Nei prossimi giorni lavorerò a partire dall'ascolto degli operatori di settore affinché le politiche strategiche messe in piedi in questi anni - in particolare il Piano Puglia365 - possano essere aggiornate e rafforzate in considerazione della pandemia da Covid-19 che stiamo ancora vivendo. Sarà uno sforzo che dovrà passare anche dal reperimento e dall'impiego delle risorse utili a finanziare la macchina organizzativa e a dare liquidità a chi in questo settore ci opera ed ha affrontato momenti di seria difficoltà». «Subito al lavoro quindi - aggiunge - per rinnovare la forza attrattiva della nostra meravigliosa regione, la Puglia, che riparte con nuovi modelli di turismo esperienziale, nel segno della sicurezza della sostenibilità ambientale. Proprio l'attrattività della Puglia, unitamente ad un lavoro meticoloso della struttura assessorile in ottica di valorizzazione e di promozione del territorio, ci consentiranno di farci trovare pronti alla ripresa post-pandemica agganciando la previsione di un calo dei contagi con una stagione turistica alle porte che si preannuncia interessante». «In sinergia col lavoro preziosissimo di Pugliapromozione - conclude - il rilancio del turismo regionale sarà caratterizzato dalla presenza sui territori: saremo al fianco degli operatori, dei sindaci, delle agenzie turistiche degli info-point per fare in modo che la nostra regione continui ad essere davvero la regione più bella del mondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA