Vaccini, parte la campagna in Puglia. Previste 700mila dosi. Lo scorso anno copertura inferiore alla soglia minima.

Martedì 5 Novembre 2019
“Vaccinati, non farti influenzare” è il motto della nuova campagna vaccinale lanciata oggi dalla Regione Puglia e che ha un testimonial di eccezione, l’attore Lino Banfi. Alla presentazione della campagna ha partecipato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il regista Alessandro Piva, autore con Banfi dello spot confezionato per convincere i pugliesi a vaccinarsi contro l’influenza, il direttore dell’Aress, Giovanni Gorgoni e il direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro. Banfi è dunque il volto che consiglia agli over 65 e alle persone a rischio di proteggersi contro il virus influenzale per “proteggere anche gli altri”. Oltre allo spot, che verrà diffuso domani attraverso i canali istituzionali e i social, verranno affisse e distribuite nelle farmacie e negli studi dei medici di base locandine e manifesti. Alla conferenza stampa sono intervenuti anche Cinzia Germinario, coordinatrice dell’Osservatorio epidemiologico, Rosa Prato e Michele Quarto degli ospedali Riuniti di Foggia e del Policlinico di Bari, Vito Novielli, presidente di Federfarma Puglia, Filippo Anelli, presidente della Federazione degli Ordini dei medici, e Michele Conversano, professore in Igiene e medicina preventiva.
Nel 2018/2019 la copertura vaccinale è stata del 52,7%, al di sotto della soglia minima del 75% fissata dall’Organizzazione mondiale della salute: “Un dato deplorevole”, ha commentato Germinario. Una copertura bassa che ha portato a 425.663 casi di infezione (10,5% della popolazione pugliese), 58 casi gravi (età media 59,5 anni) e un tasso di letalità pari al 24% dei casi gravi. “L’influenza crea più morti e danno economico di ogni altra infezione – ha detto Emiliano – siamo orgogliosi della partecipazione di Lino Banfi a questa campagna perché lui è l’ambasciatore della Puglia, gira il mondo per promuovere la sua regione e lo gratuitamente, come ha fatto gratuitamente questo spot. E’ importante per noi perché veicola il messaggio in maniera spontanea e diretta”. Quest’anno, per la regione Puglia, sono state previste 700 mila dosi.
 


V.Dam. Ultimo aggiornamento: 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA