Puglia: si vota a ottobre in 54 Comuni

Martedì 3 Agosto 2021

Puglia, si vota per il rinnovo di 54 Comuni in tutta la regione. Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, ha adottato il decreto che fissa la data del turno ordinario annuale di elezioni amministrative (comunali e circoscrizionali) nei Comuni delle regioni a statuto ordinario. Le elezioni si svolgeranno domenica 3 e lunedì 4 ottobre, con eventuale turno di ballottaggio per l'elezione diretta dei sindaci domenica 17 e lunedì 18 ottobre.

Tredici i Comuni con popolazione superiore alla soglia dei 15.000 abitanti con il sistema elettorale maggioritario a doppio turno, 41 quelli sotto la soglia dei 15mila abitanti. 

Ecco dove si vota

Provincia di Bari - In provincia i Bari sono 5 i  Comuni in cui i cittadini saranno chiamati a rinnovare l'amministrazione comunale tutte a scadenza naturale di mandato. Adelfia (sindaco uscente Giuseppe Cosola), Noicattaro (sindaco uscente Raimondo Innamorato), Ruvo di Puglia (Pasquale Roberto Chieco), Sannicandro di Bari (Giuseppe Giannone) e Triggiano (sindaco uscente Antonio Donatelli) .

Nella Bat - In autunno saranno due i Comuni chiamati al voto: Minervino Murge (sindaco uscente Maria Laura Mancini) e Spinazzola (uscente Michele Patruno). Entrambe le amministrazioni sono arrivate a naturale scadenza di mandato.

Provincia di Brindisi - Si vota a Cellino San Marco, Cisternino, Fasano e San Pancrazio Salentino.

A Fasano i candidati ufficiali alla carica di sindaco sono al momento tre: Lello Di Bari per il centrodestra, l’uscente Francesco Zaccaria per il centrosinistra e Bebè Anglani per la lista civica “Fasano nel cuore”.

A Cisternino l’attuale primo cittadino Luca Convertini ha confermato la sua volontà di uscire di scena e di non ripresentarsi come candidato sindaco alle prossime consultazioni di ottobre. Il centrodestra si è fatto sentire con un video di Mario Saponaro che annuncia che le prossime settimane saranno decisive nelle scelte della coalizione. Si parla anche di un lista con diverse candidature femminili e un rinnovamento con nuovi volti giovani. Nel messaggio di Saponaro, anche un primo attacco al centrosinistra: «Sono convinto che bisogna creare le condizioni per una squadra in cui ci siano coloro che non si ritrovano con i nostri competitor che si rifanno alla candidatura di Enzo Perrini – dice Saponaro – ci vuole una squadra di persone per bene, competenti, capaci di governare il paese». Non si fa attendere la risposta di Perrini: «[Mi auguro che in questa campagna elettorale si possa parlare seriamente di programmi e di non lasciarsi andare a slogan inutili e frasi vuote». In fermento anche il gruppo Uniti per Cisternino di Giampiero Bennardi. 

Provincia di Foggia - Saranno tredici le amministrazioni comunali da rinnovare a cominciare da Foggia, Comune commissariato dopo le dimissioni dell'ex sindaco, Franco Landella quota Lega agli arresti domiciliari da maggio con le accuse di corruzione e tentata concussione.

Alle urne anche i residenti di Alberona, Ascoli Satriano, Candela, Caselnuovo Monterotaro, Celenza Valfortore, Lesina, Panni, San Marco in Lamis, San Nicandro Garganico, Sant'Agata di Puglia, Vieste e Zapponeta. 

Provincia di Lecce - E' Lecce la provincia con il più alto numero di Comuni in cui si andrà alle urne a cominciare da Gallipoli e Nardò.

A Nardò al momento sono quindi 5 i candidati sindaco. A sfidare l’uscente Pippi Mellone, che si ripresenta con il sostegno di una coalizione di 9 liste, ci sono Carlo Falangone (candidato di una coalizione progressista, vicina a Michele Emiliano, formata da Nardò Progressista, Futuro Comune, M5S, dalla lista “under 30” Collettiva e dal Pd); Mino Frasca (con coalizione civica di centrodestra composta da Cambiare Nardò, Nardò Futura, Nardò Civica e Forza Nardò, la “veste civica” di Forza Italia); Stefania Ronzino, sostenuta da “ Nardò Bene Comune”; e il candidato sindaco che emergerà dalla nuova alleanza Losavio – Cozza.

A Gallipoli al momento i candidati sono due, sebbene non ci sia stata ancora la presentazione ufficiale: il sindaco uscente Stefano Minerva (Pd) che sta già lavorando alla composizione delle liste e ha strappato da poco il supporto anche del Movimento Cinque Stelle e Flavio Fasano con “Gallipoli futura". Ancora al palo invece il centrodestra alle prese con la ricerca di un candidato che possa tenere unita la coalizione.

Si vota poi ad Alessano, Alliste, Cannole, Caprarica, Castrignano del Capo, Cavallino, Collepasso, Diso, Lizzanello amministrazione sciolta a causa delle dimissioni dei consiglieri, Melissano, Nociglia, Patù, Poggiardo (dimissioni dei consiglieri), Sanarica, Specchia (dimissioni del sindaco), Taurisano, Taviano, Trepuzzi, Ugento. 

Provincia di Taranto - Si vota per il rinnovo di 9 amministrazioni comunali: Avetrana (7.024 abitanti) dove si voterà per eleggere il nuovo sindaco con l’uscente Antonio Minò; Fragagnano (5.353 abitanti) per individuare il successore di Giuseppe Fischetti; Ginosa (con 22.582 abitanti) per il successore del sindaco del Movimento 5 Stelle Vito Parisi; a Grottaglie (32.503 abitanti) con l’uscente Ciro D’Alò; Massafra (32.381 abitanti) dove il sindaco uscente è Fabrizio Quarto; Monteparano (2.395 abitanti) con il primo cittadino uscente Giuseppe Grassi; San Giorgio Ionico (15.676 abitanti) dove i cittadini dovranno votare per il successore di Cosimo Fabbiano. E ancora: Statte (14.194 abitanti) dove il primo cittadino uscente è Francesco Andrioli e Torricella (con 4.233 abitanti) e l’uscente sindaco Michele Schifone.

Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 15:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA