Puglia, crescono i nuovi positivi: 90 su 3299 test, un morto. Ordine dei giornalisti: tamponi ai cronisti esposti

Venerdì 25 Settembre 2020
Sono di nuovo in crescita oggi i nuovi casi positivi al Covid 19 in Puglia. Sono 90 su 3299 test mentre ieri i contagi erano 73 su 4123 tamponi. In calo quindi i test. Oggi si registra un decesso in provincia di Bari. Ieri i morti erano stati tre. Complessivamente sono 587. 
Dei 90 casi positivi, 23 sono in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 17 nella provincia Bat, 36 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 392.912 test. Sono 4.498 i pazienti guariti (+ 43 rispetto a ieri) e 2.309 i casi attualmente positivi (+46), dei quali 218 ricoverati (+1) e 2091 a domicilio (+45). Di tutti gli attualmente positivi, lo 0,4% si trova ricoverato in terapia intensiva e il 9% negli altri reparti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 7.394, così suddivisi: 2.869 nella provincia di Bari; 619 nella provincia di Bat; 766 nella Provincia di Brindisi; 1.782 nella provincia di Foggia; 781 nella provincia di Lecce; 518 nella provincia di Taranto; 58 attribuiti a residenti fuori regione; 1 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti. 



L'ORDINE DEI GIORNALISTI CHIEDE TAMONE AI GIORNALISTI IN CONTATTO CON FITTO

«L'Ordine dei giornalisti e l'Associazione della Stampa di Puglia ringraziano il Dipartimento Salute della Regione e la Asl di Bari per la tempestività con cui sono intervenuti per consentire a tutti i giornalisti che, nei giorni scorsi, hanno seguito il candidato Raffaele Fitto nella campagna elettorale di potersi sottoporre celermente al tampone». In una nota firmata da Bepi Martellotta, presidente dell'Assostampa, si «invitano i colleghi interessati a rispettare le prescrizioni» e «a non entrare in contatto per motivi professionali con altre persone e a osservare l'isolamento domiciliare sino all'esito dell'esame. In caso di positività, sarà utile rendersi disponibili alle attività di contact tracing svolte dalle strutture sanitarie». E fanno sapere che c'è un triage dedicato oggi all'Ospedale Di Venere a Bari, dalle 18 alle 20, per «tutti i colleghi registrati presso il comitato elettorale ed entrati in contatto il giorno dello spoglio elettorale col candidato e i componenti dello staff risultati positivi», per «sottoporsi con celerità all'esame»: «Sarà necessario esibire codice fiscale, documento d'identità e numero di cellulare. Gli inviati o i colleghi non residenti a Bari, presenti in quella occasione, saranno contattati dalla Asl».
Al Dipartimento regionale Salute, Odg e Assostampa hanno anche chiesto che l'iniziativa venga disposta «a breve da tutte le altre Asl provinciali, in modo da consentire anche ai colleghi che hanno seguito il candidato nelle conferenze stampa tenute nei giorni precedenti lo spoglio elettorale di poter effettuare celermente l'esame in un triage dedicato». Ultimo aggiornamento: 16:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA