Eolico, l'assessora: «Favorevoli, ma attenti alla tutela del paesaggio»

Eolico offshore
Eolico offshore
3 Minuti di Lettura
Martedì 10 Maggio 2022, 17:03 - Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 20:00

La «responsabilità che noi abbiamo è di dare il nostro contributo alla transizione, perché ne abbiamo necessità». Quindi, «come Regione abbiamo espresso certamente il nostro favore verso gli impianti eolici offshore, tuttavia dobbiamo tenere dentro, in questa fase così delicata per il nostro Paese, per l'Europa e per il mondo intero, valori che non possono essere sacrificati o soppressi, perché abbiamo necessità di operare una transizione. Ovviamente, mi riferisco ai valori del paesaggio, che hanno una tutela costituzionale».

Rinnovabili, scontro in Regione: in Aula manca mezza Giunta. E sull'eolico offshore a Otranto, Delli Noci firma la mozione di Pagliaro

La risposta a un'interrogazione 

Lo ha detto l'assessora all'Ambiente della Regione Puglia, Anna Grazia Maraschio, in Consiglio regionale rispondendo ad una interrogazione presentata dal consigliere Paolo Pagliaro sulla realizzazione di un impianto eolico offshore in Salento. «Voglio dire - ha aggiunto - che la nostra posizione è che alcune zone che hanno un interesse paesaggistico rilevante, e che quindi potrebbero, da impianti come appunto l'off-shore, posti ad una certa distanza dalla costa, essere compromessi da un punto di vista proprio della bellezza, queste zone devono essere tutelate». 

La posizione di Pagliaro

Il capogruppo de La Puglia domani in Consiglio regionale, Paolo Pagliaro, a margine dei lavori in Aula ha preso posizione dicendo la sua sulle parole dell'assessora Maraschio: «Finalmente è giunto il no del Governo regionale al mega impianto eolico offshore lungo la costa Otranto-Leuca. Un progetto contro cui ci battiamo da cinque mesi insieme all'intero territorio minacciato. La contrarietà all'impianto, che sollecitavo da novembre scorso con una mia mozione che ha avuto un iter molto travagliato e alla fine è stata assorbita e non votata, è arrivata oggi per bocca dell'assessora all'ambiente Maraschio, in risposta ad un'interrogazione urgente che avevo presentato il 27 ottobre 2021». 

«A gennaio scorso - ricorda - c'era stata risposta scritta, che però si limitava a dire che non risultava sul portale del Mite alcuna istanza di consultazione preventiva né di Via presentata dalla società Odra Energia, relativa al parco eolico da realizzare a sud di Otranto. Sappiamo purtroppo che il progetto è stato poi presentato e che il territorio interessato è insorto contro quello che sarebbe un vero e proprio sfregio alla bellezza. Oggi l'assessora Maraschio ha espresso la posizione chiara e nitida del Governo regionale contro questo progetto, per la distanza minima dalla costa di soli 12 chilometri che avrebbe un impatto visivo devastante sulla bellezza di una delle coste più belle in assoluto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA