L'Rt sale all'1.4, Puglia prossima alla “zona gialla”. Oggi altri 5.581 casi e cinque decessi. Tasso di positività al 15,4%

Venerdì 7 Gennaio 2022

È salita ulteriormente l'occupazione dei posti letto Covid negli ospedali pugliesi: secondo il monitoraggio di Agenas, nei reparti di Medicina Covid, il tasso di occupazione è salito dal 13 al 14%, ad un solo punto dal limite del 15% che decreta il passaggio in zona gialla”. Nelle terapie intensive il tasso di occupazione resta fermo all'8%, a soli due punti dalla soglia critica del 10%.

Numeri preoccupanti anche a Bari e in provincia dove - secondo i dati della Asl - si registra un «forte aumento dell'incidenza delle nuove positività» anche nella settimana tra il 27 dicembre e il 2 gennaio. Il tasso settimanale si attesta a quota 660,4 per 100mila abitanti, con una crescita del 160,2% rispetto al periodo precedente. Tendenza confermata dall'incidenza calcolata al 5 gennaio e pari a 780 casi per 100mila abitanti. A Bari e in provincia sono quasi triplicati i nuovi contagi, passando da 3.122 della settimana 20-26 dicembre a 8.124 nella settimana tra il 27 dicembre e il 2 gennaio.

In una settimana Rt salito all'1.4: ad alta probabilità di progressione

Nella settimana dal 27 dicembre al 2 gennaio in Puglia sono stati registrati 25.502 casi Covid, con un Rt che è pari a 1.4 e una classificazione complessiva del rischio definita ad «alta probabilità di progressione». Uno scenario che porta la Puglia verso il passaggio in zona gialla tra sette giorni. È quanto emerge dal report della Cabina di regia nazionale

Il bollettino di oggi

Ancora 5.581 nuovi casi oggi in Puglia (ieri erano 5.558) sulla base però di 36.031 test giornalieri (quasi la metà dei 75.641 di ieri) il che fa schizzare dal 7,4% di ieri al 15,4% di oggi il tasso di positività. Tornano anche i decessi: 5 rispetto all'1 di ieri.

La geografia del contagio

Restano Bari (con 1.681 nuovi casi) e Lecce (1.265) le province più colpite. Seguire da Taranto (761), Foggia (738) Bat (526), Brindisi (514) Sono 84 i residenti fuori regione. 

I dati sui ricoveri

In Puglia sale a 50.664 il numero delle persone attualmente positive (ieri erano 45.648), di cui 408 ricoverate in area non critica (ieri era 384) mentre cala lievemente il numero dei pazienti in terapia intensiva (34 contro i 38 di ieri).

La virologa: il 90% dei casi è variante omicron

«Il 90% dei nuovi casi Covid-19 in Puglia sono causati dalla variante Omicron»: lo dice  la virologa Maria Chironna, professoressa d'Igiene dell'Università di Bari e responsabile del laboratorio Covid del Policlinico di Bari. «Ormai - dice - quasi tutti i nuovi casi sono da Omicron. La stima della prevalenza rispetto alle altre varianti, invece, l'avremo tra qualche giorno a conclusione della survey del 3 gennaio».

 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio, 15:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA