Puglia, svolta smart nelle aziende agricole: adesso arriva il contadino-robot. Come funziona

E' in grado di operare su grandi colture per la lavorazione del terreno, la semina, la fertilizzazione, la somministrazione di trattamenti di difesa e l'irrigazione dei campi

Puglia, svolta smart nelle aziende agricole: adesso arriva il contadino-robot. Come funziona
3 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Marzo 2022, 12:19 - Ultimo aggiornamento: 23 Marzo, 22:26

Si chiama Hb700 ed è l'ultima trovata tecnologica dell'azienda HORTObot. Più semplicemente è un "contadino-robot" che cambierà la vita alle aziende agricole. Ed è già iniziata la corsa ad accaparrarselo. 

In Consiglio regionale l'emergenza allevatori: "In Puglia chiuse 120 stalle"

Il macchinario

Si tratta di un macchinario evoluto ed intelligente che lavora in modo autonomo e consente alle aziende agricole di coltivare gli appezzamenti di terreno utilizzando tecnologie avanzate per rendere la loro produzione più efficiente e sostenibile, garantendo maggiori guadagni, una riduzione degli sprechi e soprattutto un minor impatto ambientale.

L'apparecchiatura concepita ed ingegnerizzata da HORTObot, azienda italiana, si chiama HB700. Sono numerose le richieste da aziende, in particolare dalla Campania, Sicilia e Puglia, per poter industrializzare su larga scala questa sorta di «contadino-robot» che sta rivoluzionando l'agricoltura ed in modo di coltivare.

Didascalia

«I risultati della nostra sperimentazione sono confortanti - spiega Roberto Minetto, Presidente e Co-Founder di HORTObot -. I parametri da noi osservati indicano un aumento delle produzioni soprattutto un'ottimizzazione dello spazio coltivato reso possibile dal nostro macchinario e, non per ultimo, una cosa molto importante è il risparmio delle ore uomo che l'azienda agricola deve andare a impiegare. Ore uomo che possono essere dirottate in attività a più alto valore aggiunto».

HB700-800, sfruttando il potenziale offerto dalle tecnologie abilitanti della quarta rivoluzione industriale, è in grado di operare su grandi colture per la lavorazione del terreno, la semina, la fertilizzazione, la somministrazione di trattamenti di difesa e l'irrigazione dei campi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA