Mare salatissimo: da 40 a 200 euro per un posto all'ombra in Puglia. In Grecia 7 euro per tutta la giornata

Domenica 19 Giugno 2022

Sette euro per un ombrellone e due lettini a Kos, in Grecia. Qualche chilometro più in qua, in Puglia, per trascorrere una giornata al mare bisogna mettere mano al portafogli e sborsare dai 35 a 140 o 200 euro. Un ventaglio di prezzi che abbraccia tutti i tipi di lido, dai “tradizionali” agli extra lusso, da quelli che hanno mantenuto i prezzi invariati rispetto all’estate scorsa a quelli che, invece, hanno ritenuto opportuno un ritocco al listino. Qualche esempio dalla regina dell’estate pugliese, Gallipoli. La spiaggia di Lido Pizzo si divide in una zona più esclusiva con le pagode e altre zone dove l’offerta ai bagnanti prevede ombrellone e lettini. Per affittare un pagoda l’anno scorso si pagavano dai 32 ai 43 euro, per l’ombrellone e i lettini 21 in bassa stagione e 27 in alta. Quest’anno, dal tariffario pubblicato sul sito dello stabilimento, i prezzi hanno subito un lieve aumento: pagoda e due lettini 35 euro in bassa stagione, 50 in alta; nella zona A del lido 31 euro per lettini e ombrellone che diventano 43 in agosto. Per parcheggiare vicino all’ingresso del lido, si dovranno sborsare dai 5 ai 6 euro per un’auto, uno o due euro per la più ecologica (ed economica) bicicletta. Altri parcheggi della città, anche sotto al sole, possono arrivare a costare fino a 10 euro al giorno. Al Por do Sol, sul litorale Baia Verde, sempre a Gallipoli, c’è stato, sì, un ritocco, ma al ribasso: dai 26 euro per ombrellone e lettini della bassa stagione 2021 ai 21 di quest’anno. Mentre al G Beach, immerso nell’area naturalistica l’estate scorsa si partiva da un minimo di 35 fino a 50 euro per le varie zone del lido in bassa stagione e dai 45 ai 60 euro per l’alta stagione: quest’anno i prezzi di bassa sono rimasti gli stessi, ma ad agosto chi vorrà godere della privilegiata postazione sulle pedane dovrà pagare 80 euro. 

Le stime generali, il caso Salento


La stessa Federazione delle imprese demaniali stima un aumento del 10% per gli ombrelloni e del 20% per i servizi di somministrazione di bevande e cibi in spiaggia, aumenti legati al caro-vita. Ma è un’indagine dell’Osservatorio prezzi dell’Unione per la difesa dei consumatori di Lecce a confermare che trascorrere una giornata al mare sulla costa salentina - con i necessari distinguo - può rivelarsi quest’anno un vero salasso. Costa in media 40 euro al giorno e fra le località più care ci sono proprio Gallipoli e Porto Cesareo. «Ho cercato di affittare un ombrellone sulla costa cesarina - è il racconto di una lettrice - ma servono 30 euro adesso, a giugno, e 50 in agosto. E se si vuole prendere qualcosa da mangiare la giornata al mare diventa un investimento: dalla cotoletta al piatto di pasta, costa tutto non meno di 15 euro. Trenta per una frittura. Semplicemente fare un brindisi sotto l’ombrellone con un prosecco per un’occasione speciale, costa 100 euro. Per una famiglia sono costi insostenibili». Specie adesso, con i bilanci familiari erosi dal caro bollette e l’inflazione a far lievitare il costo anche dei beni di prima necessità.
A Otranto i prezzi sono più contenuti, dai 30 ai 50 euro al giorno in alta stagione, mentre la località più economica della costa adriatica, secondo Udicon, è San Foca, marina di Melendugno, dove in alta stagione ombrellone e lettini possono costare un massimo di 35-40 euro. Il risparmio, tuttavia, si annulla per tutti coloro che, nel Salento senza mezzo proprio e non potendo contare su una efficiente rete di trasporto pubblico, decidessero di noleggiare un’auto. Per farlo all’aeroporto di Brindisi servono, in media, 98 euro al giorno, 686 a settimana che si riducono a 582 se il noleggio lo si fa a Bari.

Bari, Taranto e Brindisi: i prezzi

Proprio nel Barese i prezzi per una giornata al mare scendono un poco: 29 euro al Sun Beach di Palese, tra i 30 e i 40 euro al lido San Francesco e tra i 20 e i 35 euro per il lido il Trampolino. I prezzi variano anche in base ai servizi offerti se si scelgono località come Polignano a Mare e Monopoli. Alla Baia del Sole, in località Capitolo di Monopoli, una famiglia di quattro persone pagherà 10 euro a testa per l’ingresso se i bambini hanno più di 10 anni e quaranta per l’ombrellone. Ingresso a cinque euro se i figli hanno tra i tre e gli otto anni, al di sotto dei tre anni i bimbi entrano gratis. Al lido Bambù, sempre a Capitolo, nel mese di giugno con 100 euro si possono noleggiare un ombrellone e due lettini, due teli mare e un materassino, con il servizio bevande e snack. A Cala San Giovanni a Polignano a Mare, invece, una postazione per quattro persone, due adulti e due bambini di meno di 10 anni, costa 88 euro. Superati i 10 anni il prezzo - per lo stesso pacchetto - lievita a 140 euro.
Decisamente meno dispendiosa una giornata al mare nella zona di Taranto dove si spende, in media, dai 15 euro e i 25 euro. I prezzi sono rimasti pressoché invariati su tutto il litorale, con ritocchi minimi di appena due euro e non per tutti i lidi. A Castellaneta e Ginosa Marina affittare ombrellone e lettini costa 15 euro a giugno e settembre, 20 euro a luglio e 25 ad agosto. Lungo il litorale di Brindisi, invece, da Ostuni a Savelletri non c’è che l’imbarazzo della scelta: i prezzi oscillano dai 20 euro per un semplice ombrellone ai 200 euro per un baldacchino extra lusso.

 

 

Ultimo aggiornamento: 20 Giugno, 08:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA