Maltempo, la Regione chiede lo stato di calamità: «Servono finanziamenti straordinari»

Sabato 23 Novembre 2019
Puglia e Salento devastati dalle piogge torrenziali e dal ciclone mediterraneo, che con venti di velocità superiore anche ai 100 chilometri orari ha distrutto lidi e aziende, danneggiando anche le case.La Giunta regionale ha chiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza per l’intero territorio regionale.

Maltempo, appello al Governo. E parte la raccolta fondi con l'hashtag #unamanoxilsalento
Maltempo, allarme pesci rossi nei bacini di Ugento, migliaia di carcasse lungo gli argini. Legambiente: «Scempio ambientale e sanitario»
Maltempo, il mare riporta a galla un'antica tomba: «Nell'area continui ritrovamenti»

Lo stato di emergenza comporta finanziamenti straordinari per affrontare i danni a beni pubblici e privati, alle infrastrutture, a servizi e attività, oltre che per coprire i costi di personale nell’organizzazione della Protezione Civile per la gestione degli eventi emergenziali.

Maltempo, vertice sui danni «Servono almeno 30 milioni»
Uragano sulla Puglia, piovono fake news: l'elenco delle bufale che hanno inondato il web

La Giunta, si legge in una nota, «si è riservata di perfezionare, tramite la competente Sezione Protezione Civile, le procedure di richiesta» dello stato di emergenza, dando «mandato al relativo dirigente di curare l’elaborazione dei rispettivi dossier tecnico-amministrativi, riservandosi inoltre il riconoscimento di un contributo straordinario a carico del bilancio regionale a favore delle Amministrazioni colpite dall’evento calamitoso a fronte dell’attuazione di interventi necessari e indifferibili durante la fase emergenziale volte a garantire condizioni minime di sicurezza per la popolazione». Ultimo aggiornamento: 18:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA