Pasquetta, tutti fermi o quasi: la Puglia, con la Campania, in controtendenza. Spostamenti aumentati

Martedì 6 Aprile 2021

Piazze deserte, parchi chiusi, zero o quasi assembramenti. Sembrava una Pasquetta trascorsa all'insegna del rigore e del rispetto dei divieti, ma i pugliesi devono comunque aver trovato un modo per spostarsi senza dare troppo nell'occhio, nonostante la zona rossa. Un dato in notevole controtendenza che non è sfuggito agli indicatori con cui Enel X elabora la sua mappa della mobilità. Quel che emerge è un quadro che contribuisce a spiegare diverse cose in una regione dove sembra essere la scuola il fronte principale su cui combattere l'aggressività del virus. I dati di oggi dicono che la Puglia ha superato il muro dei cinquemila morti dall'inizio della pandemia e si pone, in aggiunta, al terzultimo posto in Italia per capacità di somministrazione delle dosi di vaccino ricevute (il 74,3%), molto al di sotto della media nazionale (79,6%), seguita solo da Sardegna e Calabria (la regione più virtuosa, la Valle d'Aosta, è all'88,3%).

Le eccezioni di Puglia e Campania

Nel week end delle feste gli spostamenti registrati in Italia sono stati tra il 50% e il 26% in meno, e questo a seguito del provvedimento governativo che ha posto l'Italia in zona rossa durante il fine settimana delle vacanze pasquali per contenere i contagi da Covid-19. Secondo i dati di City Analytics - Mappa di mobilità di Enel X nel complesso tutte le regioni hanno registrato un forte calo negli spostamenti rispetto al periodo pre-Covid (che oscilla, appunto, tra il -50% al -26%) e rispetto allo stesso giorno della settimana precedente (dal -45% al -17%). La Campania, poi, nel week end di Pasqua ha registrato l'incremento più alto negli spostamenti rispetto al periodo Marzo/Maggio 2020 con un +220%. Nella giornata di Pasquetta (5 Aprile), dai dati raccolti si evidenzia che tutte le regioni prese in esame, rispetto al valore medio degli spostamenti registrati durante i lunedì del periodo di Lockdown, hanno ridotto in maniera significativa gli spostamenti, tranne la Puglia - che registra un +2% - e Campania, con un +44%. Tuttavia in nessuna regione si è registrata una diminuzione della mobilità paragonabile al precedente Lockdown di marzo-maggio 2020, tanto che rispetto a quel periodo i movimenti sono pressochè raddoppiati su tutto il territorio nazionale. 

 

Ultimo aggiornamento: 7 Aprile, 15:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA