Politiche, Mellone ci pensa: primi nomi per il centrodestra in Puglia

Politiche, Mellone ci pensa: primi nomi per il centrodestra in Puglia
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 21:37 - Ultimo aggiornamento: 13 Agosto, 07:46

Spunta anche il sindaco di Nardò Pippi Mellone tra i possibili candidati del centrodestra. Indiscrezioni lo vedrebbero infatti corteggiatissimo dalla Lega, anche in virtù dello stretto rapporto con il coordinatore regionale Roberto Marti. Per la coalizione sarebbe certo un bel colpo ma lui per ora nicchia: «Da giorni sono in corso interlocuzioni con i vertici dei partiti di centro destra - spiega Mellone -. Sono molto attento a queste proposte che arrivano non solo da Roma ma anche dal Salento. Finora però non c’è nulla di concreto». Mellone avrebbe come ostacolo la mancata appartenenza al partito di Salvini (e non solo), condizione per la candidatura. Ma il suo nome piace. «Io non sono iscritto ad alcun partito e prenderei in considerazione solo una proposta in rappresentanza di un’area politica ampia, che mi consenta di essere il parlamentare scelto da una intera comunità, mettendo a disposizione l’apprezzata esperienza di amministratore locale che ho maturato - prosegue il primo cittadino di Nardò -. Quando e se dovessero arrivare proposte concrete valuterò con la mia famiglia, i miei assessori e consiglieri, il mio staff, tutti gli amministratori e soprattutto coi miei concittadini». Mellone, quindi, potrebbe prendere in considerazione solo un Uninominale. 

Politiche 2022, il punto sul centrodestra in Puglia

Intanto, meno problematica ma non troppo la composizione delle liste nel centrodestra va avanti. In Puglia, Fratelli d’Italia ha più caselle da riempire e lo schema di massima sarebbe già pronto. Nel Barese correrà infatti il coordinatore regionale nonché responsabile nazionale Sanità del partito Marcello Gemmato ovviamente insieme al consigliere comunale Filippo Melchiorre e Stella Mele, consigliera comunale di Barletta. La candidatura del capogruppo Ignazio Zullo che farà entrare in Consiglio regionale Michele Picaro, primo dei non eletti.
Nel Leccese il nome dato per certo è quello di Saverio Congedo, che sarebbe stato reclutato direttamente da Giorgia Meloni. Ma in ballo ci sono Anche il consigliere regionale Gabellone e Federica De Benedetto. A Brindisi correrà i coordinatore Michele Iaia, a Taranto Renato Perrini. La squadra insomma potrebbe essere quasi definita. Come per Fdi, la Lega potrebbe mobilitare la sua struttura, anche in consiglio regionale che riguarda, a Foggia Joseph Splendido, a Taranto, a Bari come detto il capogruppo Davide Bellomo oppure il presidente del consiglio Fabio Romito. L’uscente Rossano Sasso correrà agli uninominali di Taranto mentre il coordinatore regionale Roberto Marti sarà in quello leccese. Diverso invece il principio di Forza Italia che oltre agli uscenti potrebbe vedere potrebbe riaccogliere nelle liste pugliesi la tarantina Elvira Savino. Un aspetto che starebbe creando qualche nervosismo tra i consiglieri regionali, unici del centrodestra esclusi dalla partita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA