Discoteche, pronti a partire: tamponi all'ingresso e biglietti on line. A giugno due eventi test con 2.000 persone: ecco dove si terranno

Sabato 8 Maggio 2021 di Paola COLACI

Due eventi-test da tenersi rigorosamente all'aperto già a giugno nelle discoteche e nei club di Puglia. E un campione di almeno 2mila persone per validarne il risultato. I protocolli - quello sanitario e quello operativo - sono stati già definiti. E anche le location sono state individuate: la sperimentazione potrebbe tenersi alla Praja a Gallipoli e al DF (ex Divinae Follie) a Bisceglie, nella Bat. Per dare il via ai due eventi-test ora il Silb-Fipe (Sindacato italiano locali da ballo), le associazioni di categoria e gli imprenditori del comparto dell'intrattenimento attendono il parere del Comitato tecnico e del ministero della Cultura. Ma anche il sì definitivo della Regione Puglia e delle Prefetture di Lecce e Bat.

 

L'obiettivo


L'obiettivo resta sempre lo stesso: garantire la ripartenza in sicurezza di un comparto come quello dell'entertainment fermo ormai da più di un anno. Priorità posta al centro del confronto tenutosi ieri in Regione tra l'assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco e gli imprenditori pugliesi del settore guidati da Francesco Susca, direttore di Musica e Parole. Sotto i riflettori, come si diceva, i protocolli sanitari che hanno già ottenuto l'approvazione dello stesso Lopalco e del professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie infettive del Policlinico di Genova. Alla stesura hanno, inoltre, collaborato alcuni tra i più qualificati esperti della materia: il professor Antonio Cascio, direttore dell'Unità operativa di Malattie Infettive e del Centro di riferimento regionale Aids del Policlinico di Palermo e dal dottor Enrico Alagna, specialista in Igiene e medicina preventiva dell'Asp di Palermo. Pacchetti di regole e misure di sicurezza che resteranno in vigore per tutta la stagione estiva e che prevedono tamponi rapidi prima dell'ingresso in discoteca o per assistere ai un concerto. Ma anche biglietti acquistabili solo online, misurazione della temperatura corporea, mascherine e unità mobili sanitarie fuori dai locali per garantire la somministrazione di test rapidi a quanti intendono trascorrere una serata in pista pur non avendo avuto la possibilità di effettuare un tampone nelle Asl o in farmacia.

 

I test prima di avviare la stagione


Prima che le consolle dei club pugliesi tornino a riaccendersi tuttavia - ripartenza che potrebbe essere prevista a luglio - l'obiettivo degli operatori del settore è quello di programmare già a giugno due eventi-test sul modello di quelli già organizzati ad Amsterdam, Barcellona e Liverpool. Due serate ad hoc utili a testate l'efficacia delle misure di sicurezza. «Gli eventi test no Covid saranno analizzati insieme alle istituzioni preposte - ha spiegato a margine del confronto Lopalco - anche per stabilire i prossimi passi verso una stabilizzazione di questo importante settore economico intrecciato con quelli del turismo e della cultura, pilastri dell'economia pugliese».
«Il protocollo operativo per garantire lo svolgimento dell'iniziativa in sicurezza è già stato stilato e trasmesso al vaglio dell'equipe di esperti guidata dal professor Antonio Cascio, direttore dell'Unità operativa di Malattie Infettive del Policlinico di Palermo - aggiunge Susca - Come già detto nei giorni scorsi, tuttavia, anche oggi (
ieri, ndr) in sede di confronto con la Regione e con il professore Lopalco abbiamo ribadito la necessità di prevedere la presenza di almeno 2mila persone affinché l'esperimento possa avere valenza scientifica. Per il momento, inoltre, si è stabilito di limitare la sperimentazione ai soli locali all'aperto. In base agli esiti e ai risultati raggiunti, dunque, si potrà immaginare di replicare i test anche al chiuso». Nel dettaglio, per accedere ai due eventi-test sarà necessario che tutti i clienti si sottopongano a tamponi rapidi. Anche per le serate pilota, inoltre, è prevista la presenza di presìdi sanitari allestiti all'esterno dei locali in grado di effettuare tamponi prima e dopo l'evento. Resta confermata la possibilità di acquistare il biglietto solo online con indicazione dei dati per il tracciamento. Porte aperte, invece, a chi è in possesso del patentino vaccinale, o attestazione di negatività con l'utilizzo del tampone rapido effettuato non oltre 36 ore prima dell'evento. Durante le serate, infine, è prevista la sanificazione continua degli ambienti. Nelle prossime ore i rappresentanti di categoria inoltreranno formale richiesta di accettazione anche alle Prefetture interessate.

Ultimo aggiornamento: 20:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA