Natale, corsa ai tamponi per pranzi e cene in famiglia. I farmacisti: «Richiesta cresciuta del 40%, ma in Puglia nessuna farmacia in tilt»

Natale, corsa ai tamponi per pranzi e cene in famiglia. I farmacisti: «Richiesta cresciuta del 40%, ma in Puglia nessuna farmacia in tilt»
di Maria Claudia MINERVA
4 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Dicembre 2021, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 21:53

Dopo due anni di restrizioni nessuno vuole rinunciare al Natale in famiglia o con gli amici e quindi per precauzione, di fronte a una praticamente quarta ondata in atto, si corre in farmacia per farsi un tampone rapido che dia una piccola sicurezza in più. «Anche in Puglia la richiesta di tamponi è aumentata in modo importante, anche fino al 40%, però il sistema non è andato in tilt ma fino a questo momento sta reggendo bene». Il presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Bari e Bat, Luigi D’Ambrosio Lettieri, ci tiene a sgombrare il campo da equivoci rispetto alle notizie che riguardano invece altre regioni d’Italia, prima fra tutte la Lombardia dove addirittura alcune farmacie si sono dovute fermare perché hanno esaurito i tamponi. 
Presidente, quante sono le farmacie che in Puglia forniscono il servizio?
«Stanno aumentando di numero ed oggi ne possiamo contare, complessivamente, oltre 750. Ma è un numero destinato a crescere ancora».
Lei ha detto che in Puglia non c’è la ressa per i tamponi e nemmeno il rischio di esaurire i dispositivi, come accaduto invece in altre parti d’Italia. C’è meno richiesta o le farmacie si sono organizzate meglio?
«Come ho già detto il sistema in Puglia non è in tilt, per cui l’attività prosegue con una disponibilità straordinaria delle farmacie che svolgono questo servizio e che rendono possibile l’accertamento diagnostico nei modi e nei termini che sono indicati dalle vigenti disposizioni. È evidente che vi è un aumento anche importante delle attività diagnostiche in farmacia. Però le farmacie, oltre ad essere cresciute di numero, hanno aumentato l’orario di servizio aggiungendo anche ore in più per la sola esecuzione del tampone e anche del vaccino, che avviene negli orari pomeridiani o il sabato e la domenica quando la farmacia dovrebbe essere chiusa e invece resta aperta per smaltire tutte le richieste. La domanda di tamponi è aumentata considerevolmente , e su questo non vi è dubbio, in percentuale si parla di circa il 40%, quindi la farmacia che faceva 50 tamponi adesso ne fa 80. Ci sarà anche l’attesa, ma non certamente le file che abbiamo visto in televisione, ma quelli sono casi particolari. Certamente potrà esserci anche del tempo di attesa ma è un’attività che si smaltisce presto. Non è assolutamente corretto dire che in Puglia ci sia una situazione fuori controllo, nella nostra regione non troveremo cartelli sui quali la farmacia oppone il diniego per eccesso di richiesta. Ritengo che le modalità operative che si registrano in questi ultimi giorni sono perfettamente coerenti con la domanda aumentata e, soprattutto, coerenti con una risposta efficace».

Ma ci può essere il rischio di esaurire le scorte di tamponi utilizzati dalle farmacie?
«No, assolutamente no. Che ci sia un aumento di richieste è fuori di dubbio e lo confermo, ma le nostre farmacie sono in grado di reggere all’aumentata domanda con grande disponibilità e un’organizzazione coerente con le esigenze che si sono venute a determinare. Torno a dirle che non sono poche le farmacie che aprono prima e chiudono dopo per riuscire a garantire l’erogazione del servizio. Poi se da qui a qualche giorno la situazione cambierà non siamo in grado di prevederlo».
In questo periodo è cresciuta anche la richiesta dei tamponi rapidi da fare a casa?
«L’acquisto per l’autotest è modesto, la gente va in farmacia perché vuole fare il tampone e avere il rilascio del certificato. Invece la vendita del dispositivo medico è molto insignificante». 
Il tampone fatto in farmacia quanto è affidabile?
«Affidabilissimo, le percentuali viaggiano tra il 95 e il 98%. Ecco perché per non rinunciare a feste e cene di Natale molti corrono a farsi il tampone».

© RIPRODUZIONE RISERVATA