Covid, record di nuovi casi in Puglia: in una settimana aumento del 159%. Terapie intensive al 12,8%

Giovedì 20 Gennaio 2022

Record di vaccini ma anche record di nuovi casi covid in Puglia: in una sola settimana si è registrato un aumento del 159%. Sono i dati del monitoraggio della fondazione Gimbe nella settimana dal 12 al 18 gennaio. Occupazione dei posti letto al 12,8 per cento nelle terapie intensive.

I numeri in Puglia

È in Puglia che, nella settimana dal 12 al 18 gennaio, si è registrato il maggior incremento di contagi Covid-19, secondo il rapporto della fondazione Gimbe l'aumento è stato del 159,6% rispetto a sette giorni prima, mentre nel resto d'Italia, mediamente, la crescita è stata del 3%. Il dato è in parte influenzato anche dai ricalcoli effettuati dalla Regione che sta inserendo nei bollettini anche i test antigenici, effettuati nelle farmacie, risultati positivi dal primo gennaio in poi. Parallelamente è salito a 3.373 l'indice dei casi attualmente positivi ogni 100mila abitanti. Mentre in 11 Regioni italiane è iniziato il calo della curva dei contagi, in Puglia, dove la quarta ondata è partita in ritardo, è ancora in progressione.

Le province dove sono stati registrati il maggior numero di nuovi casi ogni 100mila abitanti sono quelle di Brindisi (2.964), Bat (2.945) e poi Bari (2.892). Seguono Taranto (2.515), Lecce (2.337) e Foggia (2.196). 

L'aumento dei casi ha comportanto il conseguente ingresso negli ospedali: secondo Gimbe i posti letto occupati nelle aree mediche è salito al 23% mentre l'occupazione delle terapie intensive è al 12,8%.

Vaccinazioni

Con l'86,8% di copertura della popolazione, la Puglia è la regione più vaccinata contro il Covid in Italia. Nel dettaglio, l'82% dei residenti ha completato il primo ciclo vaccinale, il 4,8% è attesa di seconda dose, sempre secondo Gimbe. Alto anche il tasso di copertura vaccinale con terza dose, pari al 73,5% mentre la media nazionale è del 70,8%. Puglia prima anche nella copertura dei bambini tra i 5 e gli 11 anni: il 42,8% ha ricevuto almeno una dose (media nazionale 19,9%), mentre il 7,3% ha completato il primo ciclo (media italiana 5,2%)

Il trend nazionale 

Il monitoraggio della fondazione Gimbe rileva, nella settimana 12-18 gennaio, una stabilizzazione dei nuovi casi a quota 1,2 milioni e un aumento delle ospedalizzazioni: +2.381 pazienti in area medica, +38 in terapia intensiva.  l’incidenza supera i 2.000 casi per 100.000 abitanti in 58 province. l’83,7% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 79,6% ha completato il ciclo vaccinale. negli ultimi 7 giorni, stabili le nuove vaccinazioni nella fascia 5-11 (240.920) che rappresentano quasi metà delle prime dosi. ancora scoperte 8,1 milioni di persone di cui oltre 2 milioni di over 50 ad elevato rischio di malattia grave e ospedalizzazione. terze dosi: tasso di copertura al 70,8% con nette differenze regionali. inapplicabili e rischiose le richieste delle regioni di modificare le definizioni di caso e ricovero covid-19 e di mantenere in servizio gli operatori sanitari positivi. condivisibili, ma da integrare, quelle relative al contact tracing e alle scuole primarie.

Agenas

È salita al 14% l'occupazione dei posti letto Covid nelle terapie intensive della Puglia: lo rileva il monitoraggio dell'Agenas. Mentre in Italia, mediamente, dall'11 gennaio scorso il tasso di occupazione si è attestato al 18%, in Puglia è passato nello stesso periodo dal 10 al 14%. Nei reparti di Medicina, invece, l'indice di occupazione è pari al 23% contro una media italiana del 30%.

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 19:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA