Covid: frenata per i nuovi casi, ma i contagi restano alti. Picco dei decessi, sette; aumentano i ricoveri

Giovedì 15 Ottobre 2020

In frenata rispetto al record negativo di ieri (315) i nuovi casi positivi al Covid-19 in Puglia. In base al bollettino epidemiologico della Regione Puglia, oggi sono stati registrati - a fronte di 5.346 test per l'infezione da coronavirus (ieri 5.844) - in tutto 257 casi positivi: 144 in provincia di Bari, 12  in provincia di Brindisi, 27 nella provincia BAT, 25 in provincia di Foggia, 8 in provincia di Lecce, 40 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Ancora una volta, i dati maggiori si riferiscono all'area nord della regione, anche se continua a preoccupare il trend su livelli alti del territorio tarantino. Sono stati registrati, inoltre, sette decessi: 4 in provincia di Bari e 3 in provincia di Foggia (qui il bollettino completo). I ricoverati salgono a 345 (+11 rispetto a ieri). Dato che in prospettiva allarma è l'aumento dei ricoveri in terapia intensiva, ora allo 0,6% del totale, mentre fino a ieri era lo 0,5%.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 473161 test.

5387 sono i pazienti guariti.

4409 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia, dall'inizio dell'emergenza, è di 10.421, così suddivisi:

4.308 nella Provincia di Bari;

969 nella Provincia di Bat;

829 nella Provincia di Brindisi;

2.487 nella Provincia di Foggia;

919 nella Provincia di Lecce;

825 nella Provincia di Taranto;

80 attribuiti a residenti fuori regione;

4  provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

 

LE DICHIARAZIONI DAI VERTICI DELLE ASL

Il direttore generale dell'Asl di Bari, Antonio Sanguedolce:  “Sono 144 le positività al Sars-Cov 2 rilevate oggi dal Dipartimento di Prevenzione. L’attività di contact tracing continua a evidenziare una casistica legata ai positivi già isolati e sottoposti a sorveglianza epidemiologica. I dati a nostra disposizione mostrano che la circolazione virale resta elevata, in particolare, in ambito familiare e comunitario, perciò va ribadita l’estrema utilità di attenersi alle regole anti-contagio: frequente igiene delle mani, distanziamento interpersonale e uso della mascherina anche all’aperto. Inoltre, invitiamo i cittadini ad un rigoroso rispetto delle nuove regole dettate dal Governo, soprattutto in una fase in cui ognuno è chiamato ad agire responsabilmente, nella piena consapevolezza dell’emergenza sanitaria in corso, contribuendo a limitare le occasioni di trasmissione del virus”.

Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre, 15:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA