Covid, altri 198 casi accertati e un decesso in Puglia: Salento e Bat le più colpite. Focolaio in una Rsa, tre morti: «Senza vaccini sarebbero stati molti di più»

Domenica 29 Agosto 2021

Su 10.156 tamponi esaminati oggi in Puglia, sono stati accertati 198 nuovi casi positivi al Covid-19. Nelle ultime 24 ore c'è stato anche un decesso, che porta dunque a 6.703 il totale delle vittime di questa pandemia. 

I nuovi contagi sono così suddivisi, secondo i dati contenuti nel bollettino epidemiologico di oggi, 29 agosto: 

  • 37 in provincia di Bari
  • 50 nella Bat
  • 16 in provincia di Brindisi
  • 22 casi nel Foggiano
  • 64 nel Salento
  • 5 casi nel Tarantino
  • 4 casi con residenza fuori dalla regione

Le persone attualmente positive sono dunque 4.683. Di queste, 241 sono ricoverate nei reparti di area non critica dei vari ospedali pugliesi, altre 25 si trovano invece in Terapia intensiva

 

Il bollettino completo è disponibile al link bollettino-epidemiologico-del-29-agosto-2021

 

Il focolaio nella Rsa

 

Intanto un focolaio di infezione è stato scoperto nella Rsa Palazzo Mariano a Canosa di Puglia: sono 23 i contagiati, fra i quali 20 ospiti e tre operatori sanitari. L'Azienda sanitaria conferma il decesso di tre persone: si tratta di ultra 80enni affetti da patologie pregresse. «Se quelle persone non fossero state vaccinate, così come accaduto nella prima ondata del Covid, i decessi non sarebbero stati tre, ma molti di più. La vaccinazione resta lo strumento più importante ed efficace contro il Covid» ha detto a Repubblica il commissario straordinario dell'Asl di Barletta, Andria, Trani, Alessandro Delle Donne.

Il focolaio si è sviluppato subito dopo Ferragosto, quando è partita subito la segnalazione della Rsa al Dipartimento di Prevenzione della Asl. L'effettuazione dei tamponi ha consentito di accertare la positività di 20 ospiti e 3 operatori. Poi il ricovero di 11 anziani ospiti all'ospedale Vittorio Emanuele II di Bisceglie e il decesso di tre degli 11 ricoverati. Le condizioni degli altri ammalati non sono preoccupanti: «Il monitoraggio - ha concluso infatti Delle Donne - in questa e in tutte le Rsa è costante proprio per riuscire a contenere i focolai».

Ultimo aggiornamento: 30 Agosto, 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA