Covid, l'incidenza raddoppia: 1.352 casi ogni 100mila abitanti in due settimane. Salgono i ricoveri nelle "intensive"

Covid, l'incidenza raddoppia: 1.352 casi ogni 100mila abitanti in due settimane. Salgono i ricoveri nelle "intensive"
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 13:37 - Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 14:48

Nella settimana dal 18 al 24 marzo l'incidenza dei casi Covid in Puglia ogni 100mila abitanti è salita a 1.352 rispetto ai 694 di due settimane fa (periodo 4-10 marzo). Rispetto alla settimana precedente, invece, l'incidenza è passata da 1.060 a 1.352. Solo in Umbria il rapporto l'incremento è stato maggiore (1.548 contagi ogni 100mila residenti). È quanto riporta il monitoraggio del ministero della Salute e dell'Istituto superiore della Sanità pubblicato questa mattina.

Contagi, altri 8.420 casi e 14 morti. Attuali positivi a quota113mila in tutta la regione

Tornano a riempirsi le terapie intensive

Negli ultimi quattro giorni sono tornati ad aumentare in maniera costante i ricoveri nelle terapie intensive pugliesi: dal 21 al 24 marzo il tasso di occupazione è passato dal 5% all'8%. Un punto percentuale ogni giorno, mentre la media nazionale è rimasta ferma al 5%. È quanto riporta il monitoraggio dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas). Nei reparti di Medicina Covid (Malattie infettive e pneumologia), invece, il tasso di occupazione è sopra soglia ma stabile al 21% di tasso di occupazione, sette punti percentuali sopra la media nazionale, pari al 14%.

Il bollettino

Sono 7.842 i nuovi casi di contagi Covid registrati in Puglia nelle ultime 24 ore su 41.421 test (incidenza del 19%). I decessi sono 14. I nuovi casi sono stati individuati 2.579 in provincia di Bari, 585 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 674 nel Brindisino, 954 nel Foggiano, 2.095 in provincia di Lecce, 877 in quella di Taranto. Sono residenti fuori regione altre 52 persone contagiate, mentre per ulteriori 26 casi non si conosce ancora la provincia di appartenenza. Delle 115.267 persone attualmente positive 611 sono ricoverate in area non critica (ieri 609) e 34 in terapia intensiva (ieri 38). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA