Puglia, altri 131 casi: trend in calo. Due morti: uno era farmacista a Maglie. In quattro dimessi a Taranto e Lecce

Giovedì 2 Aprile 2020
Uno dei pazienti mentre lascia l'ospedale

Crescono ancora i casi positivi al Covid-19 in Puglia, anche se oggi si registrano 131 casi in più mentre ieri erano stati 143. Lo rende noto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del Dipartimento promozione della salute Vito Montanaro. Un dato apprezzabile quello dei nuovi contagi visto che ieri sono stati effettuati 1136 test mentre oggi gli esami realizzati sono stati 1345. 

SEDICI DECESSI: IN SERATA MORTO FARMACISTA DI MAGLIE
Anche il dato sui decessi è leggermente inferiore: nel bollettino diramato oggi pomeriggio dalla Regione se ne contano 15 (ieri erano stati 19). A questi però se ne sono aggiunti altri due, un 90enne e un noto farmacista di Maglie, risultato positivo al virus insieme alla moglie. La donna invece sta meglio.

LEGGI ANCHE: ​​Coronavirus Italia, mappa contagio: crollo ricoveri in terapia intensiva. In un giorno 39 mila tamponi

I casi di Covid-19 registrati in Puglia e così suddivisi:
 
45 nella Provincia di Bari;
10 nella Provincia Bat;
17 nella Provincia di Brindisi;
12 nella Provincia di Foggia;
32 nella Provincia di Lecce;
15 nella Provincia di Taranto;
 

 

I 15 decessi (il conteggio ufficiale segue orari standard, così può capitare che resti arretrato rispetto all'evolversi della situazione in giornata): 8 in provincia di Bari, 1 in provincia Bat, 2 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce.
Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 16.654 test.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 2.077 così divisi:
 
700 nella Provincia di Bari;
126 nella Provincia di Bat;
208 nella Provincia di Brindisi;
502 nella Provincia di Foggia;
353 nella Provincia di Lecce;
163 nella Provincia di Taranto;
20 attribuiti a residenti fuori regione;
5 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.
 
SALGONO A 65 I GUARITI. OGGI 4 DIMESSI A TARANTO E LECCE
Questa mattina sono guariti completamente e hanno lasciato l'ospedale Moscati di Taranto tre pazienti colpiti da Covid-19. I tre erano ricoverati nel reparto di malattie infettive e tropicali del presidio designato come hub Covid-19 dall'Asl di Taranto. Due sono stati dimessi questa mattina, il terzo tornerà a casa nelle prossime ore. La guarigione dei tre tarantini è stata confermata grazie alla negativizzazione da Sars-Cov-19 consacrata da due tamponi consecutivi naso-faringei come previsto dalla procedura del Ministero della Salute. A lasciare l'ospedale tre uomini, di 47, 61 e 71 anni, di Taranto e provincia. Saranno dimessi a domicilio, dove potranno proseguire la convalescenza senza alcun rischio di contagio perché già negativizzati rispetto al virus.
“È un segnale di risposta positiva alle cure dei sanitari - ha detto Stefano Rossi, direttore generale della Asl jonica - e un’iniezione di fiducia per l’intera comunità che sa di trovare risposta ai propri bisogni di salute nella sanità tarantina".
(Mario Diliberto)

GUARITO IL CAPITANO DELLA MARINA
Guarito anche il capitano della Marina militare Antonio Dell'Anna, il paziente di Nardò che nei giorni scorsi aveva raccontato il suo calvario. Dimesso oggi dall'ospedale di Lecce ha affidato a un lungo post il suo pensiero:
«Cari tutti - scrive su Facebook -, finalmente sono tornato a casa. Dopo due tamponi negativi, ieri sera mi hanno dimesso. È stato un periodo difficile ma con l'aiuto del Signore, dei Medici, di tutto il personale Sanitario e con un po' di fortuna ne sono uscito. Ora devo rispettare 14gg di isolamento ma a mia tutela perchè Covid non c'è più».
 
Test rapido per scovare i contagi: Tricase e Bari primi comuni in Puglia

 

Ultimo aggiornamento: 3 Aprile, 09:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA