Covid, 2.813 nuovi casi, due morti. Zona gialla sempre più vicina: occupazione dei posti letto al 16%. Due neonati in Terapia intensiva

Covid, 2.813 nuovi casi, due morti. Zona gialla sempre più vicina: occupazione dei posti letto al 16%. Due neonati in Terapia intensiva
2 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Gennaio 2022, 12:15 - Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio, 14:27

Ci sono anche due neonati - entrambi di meno di un mese - fra i ricoverati negli ospedali pugliesi a causa del Covid. I due piccoli, contagiati in ambito familiare durante le festività natalizie, si trovano nel reparto di Terapia intensiva neonatale all'ospedale Riuniti di Foggia. Entrambi presentavano difficoltà respiratorie, ma uno dei due neonati potrebbe essere dimesso già domani. 

Il quadro dei contagi

Il monitoraggio domenicale fa scendere la curva dei contagi in Puglia: cala il numero dei tamponi, 39.642 quelli processati che fanno registrare 2.813 nuovi casi (con una incidenza del 7%) e due decessi. Numeri molto distanti da quelli degli ultimi giorni.  Intanto i dati settimanali non lasciano ben sperare: l'occupazione dei posti letto nelle aree mediche degli ospedali pugliesi ha superato la soglia limite, regge invece quella delle terapie intensive

I nuovi casi suddivisi per provincia


Provincia di Bari: 1.571
Provincia di Bat: 97
Provincia di Brindisi: 56
Provincia di Foggia: 313
Provincia di Lecce: 620
Provincia di Taranto: 123
Residenti fuori regione: 17
Provincia in definizione: 16


Le persone attualmente positive sono 64.281, di queste 444 ricoverate in area non critica e 45 quelle ricoverate in terapia intensiva, compresi i due neonati ricoverati a Foggia. 
 

L'andamento settimanale dei contagi

L'occupazione dei posti letto nei reparti pugliesi di Medicina Covid ha superato la soglia massima del 15%, uno dei parametri che decreta il passaggio in zona gialla. Attualmente, secondo i dati Agenas, il tasso di occupazione è al 16%, aumentano anche i pazienti nelle terapie intensive: la percentuale di occupazione è passata dal 7 all'8%, il tetto massimo è stabilito al 10%.

Dal 2 all'8 gennaio, in Puglia si è passati dal 10 al 16% di occupazione dei posti letto nei reparti di Medicina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA