Covid, 6.576 nuovi casi in Puglia. L'incidenza balza al 31,5%. Omicron "aggressiva" per i bambini

Covid, 6.576 nuovi casi in Puglia. L'incidenza balza al 31,5%. Omicron "aggressiva" per i bambini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 14:24 - Ultimo aggiornamento: 18:00

Oggi in Puglia si registrano 6.576 nuovi casi di contagio da Coronavirus su 20.829 test analizzati nelle ultime 24 ore per una incidenza del 31,5 % (ieri era del 44,1%). I decessi sono stati sei.

I casi per provincia

I nuovi casi sono stati individuati nelle province di Bari (1.993), Bat (568), Brindisi (607), Foggia (848), Lecce (1.635), Taranto (793). Sono residenti fuori regione altre 106 persone risultate positive in Puglia, mentre per altri 26 casi la provincia è in corso di definizione. Delle 48.737 persone attualmente positive 321 sono ricoverate in area non critica (ieri 314) e 14 in terapia intensiva (come ieri).

Sta risalendo rapidamente la curva dei ricoveri Covid in Puglia: secondo il monitoraggio dell'Agenas, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, nei reparti di Medicina nell'ultima settimana si è passati dall'8 all'11% di occupazione dei posti letto, sopra la media nazionale; mentre nelle Intensive dopo aver toccato l'1% di occupazione adesso la curva è ritornata al 3%.

L'incidenza dei casi di Covid sale sopra 700 per 100mila abitanti in 13 regioni (8 la scorsa settimana), con i valori più alti (oltre 900) nel Lazio, in Sardegna e Veneto: Abruzzo (870,4), Campania (872,1), Emilia Romagna (772,9), Friuli (762,4), Lazio (929,6), Marche (744,1), Molise (727,4), Puglia (788,4), Sardegna (922,7), Sicilia (772,6), Toscana (716,3), Umbria (898,7), Veneto (927,3). 

I casi tra i bambini

Le due nuove varianti Omicron, quattro e cinque, si stanno dimostrando «aggressive» anche nei confronti dei bambini: a Bari, nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII, confermano all'Ansa, fonti sanitarie sono ricoverati ad oggi 15 bimbi positivi al Covid-19. Nessuno necessità di Intensiva ma è stato necessario disporre il ricovero. Si è raggiunto lo stesso livello di ricoveri registrati in inverno in piena pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA