Pnrr, arrivano fondi per la sicurezza e l'efficientamento energetico degli edifici. Maraschio: «Avviso pubblico per Comuni e Arca»

Venerdì 28 Gennaio 2022
Alcuni alloggi popolari

I fondi del Pnrr saranno usati «per la qualità, la sicurezza e l'efficientamento energetico degli edifici». Lo rende noto l'assessora alle Politiche abitative della Regione Puglia, Anna Grazia Maraschio, a margine dell'incontro che si è tenuto questa mattina nella sede regionale di Lecce con i soggetti beneficiari dei primi contributi del Programma «Sicuro, verde e sociale: riqualificazione dell'edilizia residenziale pubblica».

Recupero e riqualificazione: oltre 24 milioni di euro per le case popolari

L'avviso pubblico per Enti e Arca

«Con l'avviso pubblico - ha spiegato - rivolto ai Comuni e alle Arca, proprietari di patrimonio di edilizia residenziale pubblica, abbiamo voluto favorire la più ampia ricaduta delle risorse disponibili sull'intero territorio regionale, ivi compresi i piccoli Comuni per i quali sono previste delle riserve nell'assegnazione dei finanziamenti».

L'incontro, a cui hanno partecipato i sindaci dei Comuni salentini interessati, i rappresentanti di Arca Sud Salento e i rappresentanti sindacali, ha consentito di avviare un confronto sulle attività da realizzare, prevedendo la definizione di un cronoprogramma dei lavori associato ad un piano di monitoraggio.

Pnrr, opportunità anche per l'edilizia popolare: i progetti di Arca

«L'avviso - ha spiegato la Maraschio - ha inoltre previsto interventi di razionalizzazione degli spazi residenziali pubblici, come il frazionamento e ridimensionamento degli alloggi, al fine di incrementarne il numero e fornire soluzioni abitative più rispondenti alla ridotta composizione attuale dei nuclei familiari, con particolare attenzione alle famiglie mono genitoriali e alle donne vittime di violenza». «Attraverso questo Programma - ha concluso - investiamo i fondi del Pnrr per mettere sì in sicurezza gli edifici, ma anche per potenziare l'efficientamento energetico e contestualmente promuovere azioni di edilizia pubblica più sociale ed inclusiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA