Caro benzina, arriva il bonus da 200 euro: ecco come ottenerlo

La circolare dell'Agenzia delle Entrate chiarisce cosa fare

Caro benzina, arriva il bonus da 200 euro: ecco come ottenerlo
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Luglio 2022, 17:26 - Ultimo aggiornamento: 22:01

Uno strumento contro l'aumento dei prezzi dei carburanti - che non tornerà, secondo gli analisti, ai livelli pre-crisi - arriva grazie ai bonus. L'Agenzia delle entrate ha infatti chiarito che sarà possibile, per i datori di lavoro privati che volessero andare incontro ai proprio dipendenti, erogare dei bonus benzina di importo massimo pari a 200 euro.

Niente tasse

I bonus non saranno tassati e saranno interamente deducibili dal reddito dell'impresa (circolare 27/E dell'Agenzia delle entrate). I datori di lavoro possono riconoscere i bonus senza un previo accordo contrattuale e, in ogni caso, il bonus non concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente.

Come funziona

L'impresa o il professionista che intenda riconoscere il bonus al proprio dipendente, deve sapere non sono di poter dedurre integralmente la somma dal reddito della sua azienda, ma anche che il bonus va conteggiato separatamente dagli altri benefit eventualmente corrisposti. Tradotto: i beni e i servizi erogati nel periodo d'imposta 2022 dal datore di lavoro a favore di ciascun lavoratore dipendente possono essere pari a 200 euro per uno o più buoni benzina e a 258,23 euro per l'insieme degli altri beni e servizi (compresi eventuali ulteriori buoni benzina). Per esempio, il buono benzina può essere erogato anche al posto del premio di risultato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA