«Insinuazioni sulla senatrice Bongiorno, si dimetta». Bufera sul sottosegretario Macina. Il ministro la convoca

Giovedì 22 Aprile 2021
Anna Macina

ROMA - Hanno destato scalpore e polemiche politiche le parole del sottosegretario alla Giustizia Anna Macina, di Erchie, che parlando del video di Beppe Grillo a difesa del figlio accusato di stupro nei confronti di una ragazza, ha detto: «Il video di Grillo è l'urlo di dolore di un papà. Vi vedo molto il lato umano. Quasi nulla di politico». Ma «doveva essere evitato. Dispiace per quello che è successo, ma riconduciamolo alla sfera privata e lasciamo fuori la politica». Mi chiedo - aggiunge Macina -: il video non l'avrà visto Salvini?». La sottosegretaria ha detto infatti che «in tv il leader leghista ha riferito di averne parlato con Giulia Bongiorno, senatrice della Lega e avvocato della ragazza. E ha detto di aver saputo altri dettagli. Non è che questo video che non doveva vedere nessuno, lui l'ha visto? Sarebbe grave» che «si utilizzi per fini politici una vicenda in cui non si capisce se Bongiorno parla da difensore (che ha quel video), o da senatrice che passa informazioni al suo capo di partito di cui è anche difensore. Mi ha gelato sentirla dire che porterà il video di Grillo in Tribunale, lasciando intendere che il comportamento del papà ricadrà sul figlio. Cosa vuole fare, il processo alla famiglia? Rabbrividisco».

La reazione della senatrice

Parole, queste, che hanno scatenato immediatamente la reazione della senatrice leghista: «Mossa dalla cultura del sospetto (verso i nemici) che caratterizza il Movimento 5 Stelle, il sottosegretario Macina lede gravemente la mia immagine di essere umano, prima ancora che di avvocato, nel provare a insinuare che io abbia reso noti a chicchessia atti del processo. Mi occupo di violenza sulle donne da decenni come a tutti è noto. Ho assunto questo incarico un anno dopo la denunzia che ha dato vita alle indagini e non ho mai parlato con nessuno di questo procedimento nonostante le numerose e pressanti richieste dei giornalisti. Il sottosegretario Macina dovrà rispondere di queste affermazioni farneticanti in sede giudiziaria».

Le critiche del centrodestra

Ma dal centrodestra sono in tanti a chiedere le dimissioni di Macina, a cominciare dalla stessa Lega («La Macina come Grillo: si vergognino per gli attacchi alle donne e si dimettano dai loro incarichi», ha detto Salvini), seguita da Fratelli d'Italia. Solidarietà a Bongiorno da Forza Italia («Non ci sentiamo rappresentati da Macina»). In serata incontro chiarificatore tra Macina e la ministra della Giustizia Marta Cartabia, che avrebbe ricordato come una posizione istituzionale richieda il massimo riserbo sulle vicende giudiziarie aperte. 

Ultimo aggiornamento: 23 Aprile, 09:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA