Boom di vaccinazioni In un giorno 24.500 «Ora spinta sui fragili»

Sabato 27 Novembre 2021

Se i dati dei giorni scorsi erano considerati primi indicatori di un possibile nuovo trend, i numeri di ieri certificano come sulle terze dosi di vaccino antiCovid vi sia stato effettivamente il tanto auspicato cambio di passo.

La corsa al vaccino delle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Puglia quasi 25 mila somministrazioni. Si tratta decisamente di una svolta, se si pensa che in questo stesso mese vi erano state anche giornate concluse con meno di 150 vaccinazioni, e in un caso addirittura con appena 40.
Ieri 24.594 somministrazioni, con la copertura delle terze dosi (over 40 e trapiantati, immunodepressi e pazienti oncologici) che fa un balzo in avanti, raggiungendo il 27,93%. Stando alla platea dei vaccinabili, ne restano ancora 744.344, e a questi vanno aggiunti gli under 40 che potranno vaccinarsi a partire da lunedì 29. E, seppur a piccoli passi, si muove qualcosa anche sul fronte delle prime dosi: ieri ve ne sono state 2.318, mentre sono ancora 481.837 i pugliesi che non hanno ancora ricevuto nemmeno una dose.
«Il governo in questo momento ha fatto il massimo che si poteva fare, il passo ulteriore è solo l'obbligo vaccinale, cosa che evidentemente tutte le forze politiche adesso stanno tentando di evitare», ha detto ieri a Casamassima il governatore Michele Emiliano, rispondendo alle domande sulla situazione relativa alla campagna vaccinale. «Se i cittadini saranno così disciplinati da applicare le misure e vaccinarsi, potremo evitare l'obbligo vaccinale. Dopo l'obbligo, ove queste misure non funzionassero - ha aggiunto Emiliano - , non ci sono che i lockdown, che costano una somma spaventosa che ha già piegato il bilancio dello Stato e quindi noi dobbiamo cercare in tutti modi di evitare ulteriori costi e possiamo farlo vaccinandoci e indossando la mascherina».
Decisamente soddisfatto per gli ultimi numeri sulle vaccinazioni in Puglia si è detto il consigliere regionale Fabiano Amati: «Finalmente si comincia a ragionare. Stiamo intravedendo i risultati di questo nuovo corso che ha visto il rafforzamento degli hub che saranno aperti questo weekend e i successivi. Abbiamo visto numeri intollerabili, tipo 40 o 139 vaccinazioni giornaliere in tutta la Puglia, poi poco più di 10mila i picchi raggiunti per due o massimo tre giorni a settimana. Vedere che si sono sfiorate le 25mila vaccinazioni in un giorno ci fa essere leggermente ottimisti. Un appello però lo faccio per immunodepressi, trapiantati e oncologici: qui siamo troppo indietro e loro sono i più fragili». Amati si riferisce alla classifica sulle vaccinazioni per le categorie fragili, classifica tutt'altro che soddisfacente per la Puglia, che infatti è in 17esima in Italia con lo 0,8%. Questa mattina alle ore 11 Emiliano, il direttore del dipartimento Promozione della salute, Vito Montanaro e il direttore generale del Policlinico, Giovanni Migliore terranno un punto stampa nel cortile esterno del centro prelievi del Policlinico di Bari che dedica alla vaccinazione dei cittadini con fragilità una giornata speciale con 42 ambulatori attivi. L'Asl di Brindisi ha programmato per martedì 30 novembre dalle 9 alle 14 nei comuni di Brindisi, Fasano e Oria una giornata dedicata alla vaccinazione con terza dose per i soggetti affetti da malattie rare. La seduta è stata organizzata dal Centro territoriale malattie rare della Asl. Chi rientra in questa categoria può accedere senza prenotazione portando con sé la certificazione delle prime due dosi, o dose unica e l'attestazione della patologia.
Anche in vista delle numerose prenotazioni che giungono in queste ore - e molte ne arriveranno già a partire da lunedì con l'allargamento della platea con la terza dose -, le Asl sono al lavoro per riorganizzare al meglio gli hub. A Taranto, agli hub vaccinali in città e provincia si aggiunge l'hub presso il centro commerciale Porte dello Jonio. Già a partire da ieri sera, in modalità drive through, possono vaccinarsi i docenti e il personale scolastico in base al calendario definito insieme all'Ufficio Scolastico Provinciale. L'Asl Bari ha calendarizzato dal 24 novembre scorso e per i successivi 15 giorni sedute riservate per circa 7mila somministrazioni da effettuare al personale docente e non docente degli istituti scolastici ricadenti nell'Area Nord, in particolare negli hub vaccinali di Altamura, Gravina, Ruvo, Corato, Bitonto, Molfetta, Terlizzi e Santeramo.
M.Iai.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 14:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA