Pochi tamponi e calano i nuovi contagi: 677 casi positivi e altri 20 decessi. Area jonica, seconda provincia più colpita d'Italia

Lunedì 5 Aprile 2021

Pochi test e conseguentemente numeri al ribasso anche sui nuovi contagi. In proporzione, però, la percentuale raggiunge il 17%. Come già accaduto nelle giornate festive, il bollettino della Regione Puglia risente di questa circostanza anche oggi: sono stati registrati 3.978 test (quasi un terzo di ieri che erano stati 10.218) per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 677 casi positivi: 211 in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi, 23 nella provincia BAT, 265 in provincia di Foggia, 125 in provincia di Lecce, 44 in provincia di Taranto, 3 casi di residenti fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota.

Scarica il bollettino completo

 

I decessi

 

Sono stati registrati 20 decessi: 9 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.926.979 test. 145.721 sono i pazienti guariti.

Sono 51.220 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 201.872 così suddivisi: 78.847 nella Provincia di Bari; 19.697 nella Provincia di Bat; 14626 nella Provincia di Brindisi; 37.220 nella Provincia di Foggia; 19.254 nella Provincia di Lecce; 31.230 nella Provincia di Taranto; 700 attribuiti a residenti fuori regione; 298 provincia di residenza non nota.

 

Taranto, seconda provincia più colpita d'Italia

 

Con 420 nuovi casi Covid ogni 100mila residenti negli ultimi sette giorni, la provincia di Taranto in questo momento è la seconda area più colpita d'Italia, dopo quella di Prato. È quanto emerge dai dati del ministero della Salute. Al sesto posto c'è anche la provincia di Bari con 372 contagi ogni 100mila abitanti nell'ultima settimana. Nel Tarantino, negli ultimi sette giorni si è passati da 28.819 positivi a 31.186, quasi tremila.

 

Terapie intensive piene

 

Sarà ricoverata all'Ismett di Palermo una paziente pugliese di 37 anni, positiva al Covid e affetta da grave polmonite bilaterale, per la quale potrebbe essere eventualmente necessario il trattamento con Ecmo, l'ossigenazione extracorporea cuore-polmone.

L'aereo dell'Aeronautica militare con a bordo la donna ha lasciato la base di Brindisi alle 13.15. Il trasferimento in Sicilia si è reso necessario per la saturazione di posti letto di terapia intensiva negli ospedali pugliesi. Lo rende noto il dirigente generale dell'assessorato regionale alla Salute, Mario La Rocca.

Ultimo aggiornamento: 6 Aprile, 13:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA