Covid, altri 8.333 casi in Puglia. Sette morti e il tasso di positività sale al 13,18%

Giovedì 20 Gennaio 2022

Con l'86,8% di copertura della popolazione, la Puglia è la regione italiana più vaccinata contro il Covid. L'82% dei residenti - secondo la fondazione Gimbe - ha completato il primo ciclo vaccinale, il 4,8% è attesa di seconda dose. Alto anche il tasso di copertura vaccinale con terza dose, pari al 73,5% mentre la media nazionale è del 70,8%. La Puglia è prima anche nella copertura dei bambini tra i 5 e gli 11 anni: il 42,8% ha ricevuto almeno una dose (media nazionale 19,9%), mentre il 7,3% ha completato il primo ciclo (media italiana 5,2%). Numeri che fanno esultare il centrosinistra in Consiglio regionale che elogia la capacità organizzativa della giunta Emiliano sull'organizzazione delle vaccinazioni. Sul fronte dei contagi la situazione resta stazionaria.

 

Nelle ultime 24 ore sono 8.333 i nuovi casi covid registrati dal bollettino regionale. Con un tasso di positività che sale a 13,18% (fermo al 4% solo una settimana fa) su un totale di 63.243 test giornalieri effettuati. Sette invece i decessi in 24 ore, nel giorno in cui la Fondazione Gimbe segnala un picco di nuovi contagi in una sola settimana: aumento del 159% dal 12 al 18 gennaio. 

Covid, record di nuovi casi in Puglia: in una settimana aumento del 159%. Terapie intensive al 12,8%

I casi suddivisi per provincia


Provincia di Bari: 2.764
Provincia di Bat: 934
Provincia di Brindisi: 761
Provincia di Foggia: 1.269
Provincia di Lecce: 1.437
Provincia di Taranto: 1.061
Residenti fuori regione: 62
Provincia in definizione: 45

Con questi numeri salgono a 133.483 le persone attualmente positive, di queste 691
sono ricoverate in area non critica e 63 in terapia intensiva. 

Nella settimana 12-18 gennaio contagi saliti del 159,6% in Puglia

 

Mentre in Italia, mediamente, dall'11 gennaio scorso il tasso di occupazione si è attestato al 18%, in Puglia - rileva Agenas - è passato nello stesso periodo dal 10 al 14%. Nei reparti di Medicina, invece, l'indice di occupazione è pari al 23% contro una media italiana del 30%. Dal 12 al 18 gennaio, sempre in Puglia, si è registrato invece il maggior incremento di contagi Covid-19, pari al 159,6% rispetto a sette giorni prima, mentre nel resto d'Italia, mediamente, la crescita è stata del 3%. Il dato è in parte influenzato anche dai ricalcoli della Regione che sta inserendo nei bollettini anche i test antigenici, effettuati nelle farmacie, risultati positivi dal primo gennaio in poi. Parallelamente è salito a 3.373 l'indice dei casi attualmente positivi ogni 100mila abitanti. Tuttavia, mentre in 11 Regioni italiane è iniziato il calo della curva dei contagi, in Puglia, dove la quarta ondata è partita in ritardo, è ancora in progressione.

 

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 19:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA