Puglia altri 60 casi: nuovo focolaio nel Salento, 21 positivi

Domenica 6 Settembre 2020 di Vincenzo DAMIANI
Se la ripresa dei contagi in Puglia aveva riguardato finora in prevalenza l'area barese, adesso è anche il Salento a preoccupare, sia a giudicare dalla lettura del bollettino regionale sia stando alle notizie fornite da alcuni sindaci dei Comuni del Leccese.
Dei 60 nuovi casi positivi indicati nel bollettino regionale relativo alle ultime 24 ore (su 3.358 tamponi), 14 sono della provincia di Lecce. «Di questo, 10 contatti stretti di casi già noti, 3 cittadini temporaneamente presenti nella nostra provincia e un residente per cui sono in corso le indagini epidemiologiche», ha detto il direttore generale dell'Asl Lecce Rodolfo Rollo.
A preoccupare è la situazione del centro diurno della Residenza socio-assistenziale Santa Chiara di Seclì. Nei giorni scorsi la comunicazione da parte del dipartimento di prevenzione della Asl di Lecce del tampone positivo di una operatrice socio sanitaria ha convinto il sindaco Antonio Casarano a chiudere il centro. E nel primo pomeriggio di ieri il sindaco di Galatone Flavio Filoni attraverso un post sulla sua pagina Facebook ha fatto sapere: «Mi hanno appena comunicato dall'Asl che altre cinque persone residenti sul territorio di Galatone sono risultate positive al Covid 19». Poi Filoni ha speficato: «Si tratta di persone che erano già in isolamento domiciliare in quanto contatti stretti di uno dei due positivi comunicati nel bollettino precedente». Nel dettaglio, dunque, i casi di cittadini positivi al virus sul terri torio di Galatone salgono a 7: all'operatrice del centro diurno, residente proprio nel Comune vicino a Seclì e a una giovane paziente che frequenta il centro, la quale negli ultimi giorni era entrata in contatto con l'operatrice risultata positiva, ora si aggiungono anche i familiari dell'assistita. Un nucleo di 5 persone che al momento è stato posto in isolamento domiciliare. «Siamo in contatto con l'Asl - ha aggiunto il sindaco Filoni - che responsabilmente sta monitorando tutta la situazione». Infine, un richiamo formale ai suoi concittadini : «Al momento, come ho già comunicato, vi sono 7 casi positivi nella nostra Galatone, di cui 6 appartengono allo stesso nucleo familiare - si legge nel secondo post della giornata - Leggo tanti commenti dove ognuno di voi conosce verità a me e all'Asl sconosciute. I casi che sono tutti riconducibili a quanto successo nel Centro Diurno presente a Seclì, non dipendono da turisti, eventi o quanto erroneamente state scrivendo. Sappiamo che dobbiamo convivere con questa situazione che non è semplice, ma merita rispetto delle persone coinvolte». Tutti soggetti posti in isolamento fiduciario: «I quali stanno rispettando la quarantena - ci ha tenuto a rimarcare il sindaco - Dobbiamo avere rispetto e fiducia del lavoro egregio che l'Asl sta facendo». La stessa Asl che nella giornata di ieri ha proceduto a eseguire circa 200 tamponi non solo in relazione al personale del centro diurno, ma anche tra gli operatori socio sanitari e gli ospiti della Rsa. Dei 200 effettuati, esiti giunti per 120 casi, tutti negativi.
Per quanto riguarda gli altri casi di ieri, altri 22 nuovi positivi nella provincia di Bari, quattro nella Bat e 12 nella provincia di Foggia. Altri quattro casi nella provincia di Brindisi («Il primo riguarda un cittadino straniero, residente nel nostro territorio e appena rientrato in Puglia. Poi c'è una coppia: entrambi hanno manifestato lievi sintomi. Lui per ragioni di lavoro era stato a contatto con un soggetto positivo fuori regione. L'ultimo caso è quello di una donna che presentava sintomi da alcuni giorni ed è stata sottoposta a tampone su consiglio del medico di famiglia», ha detto il direttore generale dell'Asl Giuseppe Pasqualone). Gli altri quattro casi riguardano invece la provincia di Taranto: Sono da attribuire a soggetti i cui congiunti erano risultati già positivi nei giorni scorsi», ha affermato il dg dell'Asl Taranto Stefano Rossi. Che ha poi aggiunto: «Tre pazienti, tutti asintomatici, sono seguiti costantemente e con attenzione dal dipartimento di prevenzione attraverso i tecnici e medici, un paziente è ricoverato presso il reparto infettivi del Moscati».
Sempre nella giornata di ieri si è registrato un decesso nella provincia di Bari, con il numero delle vittime in Puglia salito a quota 563. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 326.680 test, mentre continua a salire il numero degli attualmente positivi: 1.167.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
  Ultimo aggiornamento: 7 Settembre, 11:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA