Covid, mai così tanti in Puglia: 315 nuovi casi e attualmente positivi oltre quota 4.000. Nuovo allarme Rsa: 71 contagiati. Chiuse due scuole

Mercoledì 14 Ottobre 2020

Oggi mercoledì 14 ottobre sono stati registrati in Puglia 315 casi positivi su 5.844 test per l'infezione da Covid-19. Due i decessi, uno in provincia di Bari e l'altro nel Foggiano. I nuovi contagi sono soprattutto in provincia di Bari: 169, di cui 71 in una Rsa di Alberobello, la "Giovanni XXIII", ora commissariata (positivi 59 ospiti su 63 e 12 operatori su 23). Gli altri casi registrati sono 13 in provincia di Brindisi, 28 nella provincia Bat, 55 in provincia di Foggia, 11 in provincia di Lecce, 37 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 467.815 test e sono 5.317 i pazienti guariti. ll totale dei casi positivi in Puglia è di 10.164 e i casi attualmente positivi sono 4.229 (qui il bollettino completo). A fronte di questi dati preoccupanti, va aggiunto che il totale dei ricoveri cresce di una sola unità (ora sono 334) e che le terapie intensive continuano ad accogliere lo 0,5% dei casi.

LEGGI ANCHE Covid Italia, bollettino oggi 14 ottobre: 7.332 nuovi casi, 43 morti e 400 ricoveri in 24 h. Boom Lombardia

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia, come detto dall'inizio dell'emergenza pari a 10.164, è così suddiviso:
4164 nella Provincia di Bari;
942 nella Provincia di Bat;
817 nella Provincia di Brindisi;
2462 nella Provincia di Foggia;
911 nella Provincia di Lecce;
785 nella Provincia di Taranto;
79 attribuiti a residenti fuori regione;
4 provincia di residenza non nota.

LE DICHIARAZIONI DELLE ASL
Dichiarazione del direttore generale dell'ASL Bari, Antonio Sanguedolce: “Nella giornata odierna il Dipartimento di Prevenzione ha registrato 169 casi di positività al Sars-Cov 2. Questo dato, oltre a tener conto dei numerosi contatti stretti di casi noti già sottoposti a sorveglianza epidemiologica, ricomprende 71 casi rilevati in una Casa di riposo. L’attività di tracciamento e tamponamento messa in campo tempestivamente dal Dipartimento di Prevenzione della ASL Bari ha individuato 59 positività tra gli ospiti e 12 tra gli operatori. In considerazione del quadro epidemiologico complessivo, è stato dato incarico al direttore del Distretto socio sanitario competente di supportare la struttura per le eventuali necessità di tipo sanitario”.

LE EMERGENZE NELLE SCUOLE E NEI TRASPORTI
Le scuole e i trasporti sono gli anelli deboli: oggi altri due istituti scolastici sono stati chiusi dopo i contagi di studenti a Triggiano e Gravina in Puglia, in provincia di Bari. Ma è nei collegamenti casa-scuola e viceversa che si registrano problematiche: i bus, che viaggiano con una capacità ridotta all'80% della propria capienza, non sono sufficienti e, ogni giorno, si ripetono assembramenti. Il presidente di Anci Puglia, Domenico Vitto, ha inviato una nota al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, chiedendo «un intervento urgente teso ad adottare misure idonee ad evitare contagi da Covid-19, dovuti al persistere di condizioni di sovraffollamento nel trasporto scolastico su tutto il territorio regionale».

STOP AI DISTRIBUTORI H24
A Bari, il sindaco Antonio Decaro, ha chiuso, dalle 21 alle 6, per un mese i distributori H24 per rischio assembramenti; a Lecce, il primo cittadino Carlo Salvemini ha emesso un'ordinanza simile che vieta la vendita di bevande alcoliche dalle 21 alle 6 del mattino nei negozi di vicinato, medie strutture di vendita e distributori automatici.

Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 08:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA