Autonomia differenziata, Fitto rassicura: il testo rispetterà la Costituzione

Autonomia differenziata, Fitto rassicura: il testo rispetterà la Costituzione
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Gennaio 2023, 13:07 - Ultimo aggiornamento: 13:10

Sull'autonomia differenziata «il governo presenterà un testo che si richiamerà nel rispetto della nostra Costituzione, degli articoli 116 e 117 ma che certamente si riferirà anche all'articolo 119, commi terzo e quinto: si muoverà in questo contesto. Prima di lanciare allarmi o rischi, io penso sia utile conoscere il testo. Il governo sta lavorando a un testo che io sono convinto sarà molto equilibrato».

Così il ministro per gli Affari europei, le politiche di coesione con delega al Sud, Raffaele Fitto, collegandosi con il congresso regionale della Cgil in corso a Bari. «Io penso - ha continuato il ministro - sia giusto tenere dentro le legittime aspirazioni delle diverse realtà italiane sapendo che i rischi che vengono spesso preannunciati, come possibili conseguenze di un testo che ancora non c'è, ahimè sono la fotografia invece di una situazione che conosciamo» e che riguarda «la sperequazione, la differenza e i problemi del Mezzogiorno di Italia che sono parte integrante dei dati economici del nostro Paese. Che questo diventi un atteggiamento di utilizzo strumentale e un pò anche dal punto di vista politico è un rischio che dobbiamo evitare di correre soprattutto evitando di commentare un testo che ancora non c'è».

«Importante il confronto»

«Il confronto all'inizio di una legislatura con un governo che ha appena iniziato il suo percorso è un confronto necessario che noi vogliamo garantire e che sicuramente sarà alla base delle scelte fondamentali che portiamo in questa direzione»: ha così proseguito il ministro per gli Affari europei, le politiche di coesione con delega al Sud, Raffaele Fitto. Il ministro ha anche ricordato «che in passato sul federalismo fiscale ci fu un dibattito analogo e venne fuori un testo condiviso e approvato da tutti. Poi non se ne fece più nulla, non fu attuato ma rimase sullo sfondo». «Il confronto politico ci sta - ha aggiunto - è importante che ci sia e capisco le posizioni, la logica che la politica ci porta ad assumere, però su tematiche di questo tipo credo sia fondamentale discutere nel merito e per quanto mi riguarda, è utile più che far parlare le opinioni o mettere in campo un preventivo confronto polemico, stare al merito degli atti, dei documenti, dei provvedimenti e su quello confrontarci», ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA